Lugo. Dall’Unione stanziati 120mila euro per aiuti alle famiglie in difficoltà, aperto il bando, le domande entro il 16 marzo.

Lugo. Dall’Unione stanziati 120mila euro per aiuti alle famiglie in difficoltà, aperto il bando, le domande entro il 16 marzo.
Famiglia, foto di repertorio

LUGO. Il bando è stato aperto LUNEDI’ 16 FEBBRAIO  fino al 16 MARZO ed è riservato ai cittadini residenti nella Bassa Romagna. Nella seduta di mercoledì 11 febbraio la giunta dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha approvato un bando pubblico per la concessione di contributi ai cittadini che hanno perso il lavoro a causa della crisi economica e sono privi di ammortizzatori sociali. Continua dunque anche nel 2015 l’impegno dell’Unione nei confronti delle famiglie in difficoltà.

IL BANDO, riservato ai residenti nel territorio dell’Unione, è rivolto ai lavoratori subordinati/parasubordinati, ma anche ad autonomi/imprenditori individuali che hanno chiuso la partita Iva. Per partecipare al bando, i cittadini devono attestare un reddito Isee (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a 25mila euro ed essere in possesso dello status giuridico di disoccupati; devono avere presentato al Centro per l’impiego la Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) e aver lavorato almeno tre mesi nel biennio 2008/2009. È ammessa la presentazione di una sola domanda per nucleo familiare.

LA DOMANDA, redatta dall’interessato esclusivamente su apposito modulo, dovrà essere presentata a partire da lunedì 16 febbraio 2015 ed entro e non oltre lunedì 16 marzo 2015 presso lo Sportello sociale-educativo del Comune di residenza, entro l’orario di chiusura al pubblico dello stesso. È possibile anche l’invio telematico della domanda secondo le modalità previste dalle normative vigenti.

A partire dal 1 aprile 2015 verrà pubblicato all’Albo pretorio online sul portale dell’Unione (www.labassaromagna.it) un avviso di avvenuta approvazione della graduatoria provvisoria; tale avviso avrà valore di notifica a tutti gli interessati con invito a contattare lo Sportello sociale-educativo del Comune di residenza per conoscere l’esito dell’istruttoria. Esaminate le eventuali osservazioni, a partire dal 22 aprile 2015 verrà pubblicato all’Albo pretorio online sul portale dell’Unione un avviso di avvenuta approvazione della graduatoria definitiva; tale avviso avrà valore di notifica a tutti gli interessati con invito a contattare lo Sportello sociale-educativo del Comune di residenza per conoscere l’esito definitivo dell’istruttoria.

Ai richiedenti in possesso dei requisiti previsti dal bando verrà assegnato un contributo di 1.000 euro. Nel caso in cui sia stato percepito un ammortizzatore sociale di tipo una tantum inferiore a 1.000 euro, verrà assegnato un contributo corrispondente alla differenza con i 1.000 euro fino a un contributo minimo assegnabile di 100 euro.

TUTTE LE INFORMAZIONI, il bando completo e il modulo di domanda sono disponibili sul sito internet dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna (www.labassaromagna.it), nonché presso le sedi dei centri di assistenza fiscale delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil. Per informazioni e presentazione della domanda, rivolgersi alle sedi degli sportelli sociali-educativi del proprio Comune di residenza: Alfonsine, piazza Gramsci 1, tel. 0544 866666); Bagnacavallo, Palazzo Vecchio, piazza della Libertà 5, tel. 0545 280866; Bagnara di Romagna, piazza Marconi 2, tel. 0545 905502; Conselice, via Garibaldi 14, tel. 0545 986976; Cotignola, corso Sforza 24, tel. 0545 908872; Fusignano, corso Emaldi 115, tel. 0545 955658; Lugo, Palazzo Tamba, corso Garibaldi 62, tel. 0545 38385; Massa Lombarda, via Saffi 2, tel. 0545 985886; Sant’Agata sul Santerno, piazza Garibaldi 5, tel. 0545 919914)

Ti potrebbe interessare anche...