Faenza. Arriva la raccolta ‘porta a porta’ nella zona industriale, il servizio prenderà via a marzo, Hera incontra i cittadini per spiegare il conferimento.

Faenza. Arriva la raccolta ‘porta a porta’ nella zona industriale, il servizio prenderà via a marzo, Hera incontra i cittadini per spiegare il conferimento.
raccolta rifiuti

FAENZA. Il servizio prenderà il via a marzo. GIOVEDI’ 19 FEBBRAIO ALLE 20.30 un’assemblea con i residenti nella sala della parrocchia di San Silvestro. Dal 23 febbraio Hera inizierà la distribuzione del kit per le nuove modalità di raccolta. 

A partire da lunedì 9 marzo prossimo sarà avviato un progetto per la riorganizzazione della raccolta dei rifiuti urbani promosso dal Comune di FaenzaIl progetto coinvolgerà la zona industriale della città, l’area indicativamente compresa tra via San Silvestro e via Granarolo, e nei prossimi giorni avrà inizio una specifica campagna di comunicazione, realizzata in collaborazione con Hera, volta a informare i cittadini e le attività produttive coinvolte nelle nuove modalità del servizio. Questa RIORGANIZZAZIONE fa seguito a quelle già avviate nelle frazioni di Granarolo Faentino, Reda, Borgo Tuliero, Santa Lucia ed Errano.

RACCOLTA DIFFERENZIATA. I riscontri ottenuti da queste esperienze sono stati molto positivi, sia in termini di accoglimento dalla gran parte dei cittadini coinvolti, che di risultati: in queste aree la raccolta differenziata da una percentuale inferiore al 50% è infatti arrivata al 75%.

IL PORTA A PORTA. Per questo l’Amministrazione comunale ha scelto di estendere questa tipologia di servizio porta a porta anche in altre zone della città. In questo caso, la zona prescelta è un’area prevalentemente industriale e commerciale, infatti le utenze coinvolte sono 270 attività produttive e 120 famiglie. Accurate analisi eseguite sul contenuto dei cassonetti destinati ai rifiuti ‘indifferenziati’ della zona, hanno evidenziato che gran parte di quanto raccolto è rappresentato da materiale che, se conferito in modo separato, può essere destinato a recupero. Per raggiungere questo OBIETTIVO è tuttavia necessario intervenire sostanzialmente sul sistema di raccolta, eliminare i cassonetti e potenziare tutti i servizi di raccolta differenziata. Scompariranno, pertanto, i cassonetti dell’indifferenziato e verranno attivati nuovi servizi dedicati alla raccolta di specifiche tipologie di rifiuti secondo un preciso calendario.

Sul piano organizzativo il servizio a domicilio offerto, per alcuni aspetti e in particolare per le aziende, sarà meglio commisurato alle esigenze specifiche di conferimento. Per anticipare il progetto l’Amministrazione comunale ha inviato una lettera a tutte le utenze e sono state informate le Associazioni di categoria. Inoltre domani – giovedì 19 febbraio – alle ore 20.30, nella sala della parrocchia di San Silvestro, è programmata un’assemblea con i residenti dell’area coinvolta.

L’INCONTRO CON I TECNICI HERA. Successivamente a questo incontro, a partire dal 23 febbraio, gli incaricati di Hera si presenteranno direttamente alla porta di tutte le utenze interessate consegnando i sacchi, le pattumiere e il calendario delle raccolte per facilitare ed effettuare nel migliore dei modi la raccolta dei rifiuti. Per le attività produttive sarà inoltre attivato un nuovo servizio per la raccolta degli imballaggi plastici, del legno e della carta/cartone. Il progetto sarà accompagnato da una verifica costante del suo andamento per valutare i risultati raggiunti e le eventuali criticità riscontrate. I cassonetti dell’indifferenziato saranno tolti definitivamente da Hera solo la settimana successiva all’avvio del nuovo servizio, per permettere alle utenze di abituarsi gradualmente.

Ti potrebbe interessare anche...