Faenza. La visite guidate della Pro Loco entrano al museo Carlo Zauli aperto nel 2002 dove lo stesso scultore ceramista lavorava.

Faenza. La visite guidate della Pro Loco entrano al museo Carlo Zauli aperto nel 2002 dove lo stesso scultore ceramista lavorava.
Museo Zauli Faenza (immagine repertorio)

FAENZA. La meta della prossima visita guidata nel calendario di primavera della Pro Loco FaenzaSABATO 18 APRILE- è il Museo Carlo Zauli di via della Croce.

IL  MUSEO. Aperto nel 2002 nella stessa sede in cui Carlo Zauli (Faenza 1926-2002) produceva le sue opere ceramiche, il museo illustra la vicenda creativa del noto scultore-ceramista attraverso due percorsi museali paralleli e coincidenti: uno prettamente espositivo, che va dagli anni Cinquanta fino ai primi Novanta, l’altro legato allo studio-laboratorio-bottega, che si snoda tra la cantina, con le impastatrici e i depositi delle argille, fino ai piani superiori dove troviamo le stanze dei forni, degli smalti, delle decorazioni e dei torni.  Nel vasto e complesso ambito della ceramica italiana del Novecento, Zauli occupa un posto rilevante avendo restituito a questo materiale la sua dignità scultorea.

Pur partendo dai vasi e dalla tradizione, Zauli infatti si libera subito di ogni retaggio accademico elaborando un linguaggio libero, non di rado monumentale, teso a indagare nuovi sviluppi e nuove forme.

Nascono così le ‘ruote’, le grandi sfere, i possenti vasi in grès rivestiti di quel bianco grumoso che diverrà una cifra distintiva e inconfondibile dell’artista. Successivamente Zauli inventa i ‘cubi alati’, le steli sinuose e magmatiche, le zolle, i flussi e le altre forme che, pur astratte, sono ispirate al linguaggio della natura o al paesaggio della campagna e della collina, con i suoi calanchi e i suoi campi arati.

Dodici ambienti, incluso un piccolo giardino anni Sessanta, compongono un luogo di fascino dove la ceramica appare perfettamente contestualizzata in tutti i suoi molteplici risvolti e, soprattutto, nel suo luogo di origine.

Il ritrovo per tutti i partecipanti alla visita guidata di sabato è alle ore 15.00 in piazza San Francesco (durata prevista: 1 ora e 30 minuti circa).

Prenotazioni obbligatorie. E’ richiesto un piccolo contributo di 2 euro, che sarà destinato dalla Pro Loco per fini culturali a favore della città.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi alla Pro Loco Faenza (Voltone Molinella, 2 – tel. 0546 25231; e-mail:  HYPERLINK “mailto:info@prolocofaenza.it” info@prolocofaenza.it – sito internet:  www.prolocofaenza.it).

Ti potrebbe interessare anche...