Rimini. Al Teatro degli Atti ‘Garcia Lorca, canti e racconti d’amore’, un omaggio dell’Ensemble Amarcanto al poeta andaluso.

Rimini. Al Teatro degli Atti ‘Garcia Lorca, canti e racconti d’amore’, un omaggio dell’Ensemble Amarcanto al poeta andaluso.
garcia lorca

RIMINI. Un omaggio ad un grande poeta, alla sua terra e al patrimonio che ha lasciato. ‘Garcia Lorca, canti e racconti d’amore’ è il titolo dello spettacolo in programma SABATO 18 APRILE alle 21 al Teatro degli Atti di Rimini proposto dal club Inner Wheel Rimini e Riviera. Sul palco l’ENSEMBLE AMARCANTO, diretto da Laura Amati, con la partecipazione del chitarrista classico Cristiano Califano e la regia di Franco Palmieri.

L’appassionato legame del poeta andaluso con la sua terra, il lucido confronto con l’innocenza, il dramma dell’inevitabilità della morte e l’inesauribile domanda di felicità rivivono attraverso ritratti, canti giovanili e brani poetici fino alle suggestioni popolari del celebre Romancero Gitano: tutti temi esplorati da Amarcanto in uno spettacolo che si apre con un ritratto dell’autore e prosegue con canti e brani poetici, giovanili e di ricerca, come Zorongo Gitano, La Tarata e Las Tres Morillas de Jaen, fino a confluire nelle suggestioni popolari del Romancero Gitano per soli coro e chitarra, una tra le produzioni più alte di Garcia Lorca, eseguito su partitura del maestro Mario Castelnuovo-Tedesco.

Da oltre dieci anni i quindici cantori dell’Ensemble Amarcanto, con base a Riccione, affrontano i diversi repertori della musica popolare italiana e internazionale. Tra le collaborazioni più in vista quelle con il maestro Ambrogio Sparagna e l’Orchestra Popolare Italiana, con i quali hanno partecipato, in studio di registrazione e in concerto, al progetto Vola Vola a cui ha contribuito anche Francesco De Gregori. Il repertorio di Amarcanto è un mosaico di ballate, inni, canzoni e coralità che, attraverso innumerevoli sfumature, mostra la bellezza della voce quando si spalanca al canto. Il suo viaggio attraversa tutti i paesi del mondo, per raccogliere canti di popoli lontani, e oltrepassa i confini della tradizione per regalare preghiere e sonorità antiche.

L’ingresso, a offerta libera, servirà a finanziare le opere non profit sostenute dal club Inner Wheel, presieduto da Lilly Pasini, particolarmente attivo sul fronte della cultura e del sostegno a donne, bambini e giovani. Tra le tante attività si ricorda il finanziamento del restauro di due dipinti attribuiti a Serafino de’ Serafini esposti al Museo della città, il sostegno di “Casa Sant’Anna”, casa di prima accoglienza per le donne e bambini in difficoltà e i vari contributi ad associazioni quali Centro di aiuto alla vita, Ippogrifo, Figli nel Mondo, Punto Rosa Santarcangelo, solo per citarne alcuni.

Per informazioni: 335.5780024.

 

Ti potrebbe interessare anche...