Savignano sul Rubicone. Simone Cristicchi ha dato voce e memoria all’Italia liberata al cinema Teatro Moderno con lo spettacolo ‘Mio nonno è morto in guerra’. .

Savignano sul Rubicone. Simone Cristicchi ha dato voce e memoria all’Italia liberata al cinema Teatro Moderno con lo spettacolo ‘Mio nonno è morto in guerra’. .
Simone Cristicchi

SAVIGNANO SUL RUBICONE. Il cantautore e attore, già vincitore del Festival di Sanremo, ha portato in scena i racconti di tanti piccoli eroi del nostro passato con Mio nonno è morto in guerra – Voci, canzoni e memorie della Seconda guerra mondiale.

Nel weekend della Festa della Liberazione, Savignano sul Rubicone ricorda gli anni tragici della Seconda guerra mondiale e il riscatto faticoso del popolo italiano con uno spettacolo d’autore in programma al Cinema Teatro Moderno. DOMENICA 26 APRILE, alle 21, il ‘cant’attore’ Simone Cristicchi ha portato in scena Mio nonno è morto in guerra, un appassionante mosaico di memorie, canzoni e videoproiezioni i cui protagonisti sono reduci di guerra, partigiani, semplici civili: tanti eroi quotidiani, uomini e donne sconvolti dal più violento terremoto del Novecento.

Nel racconto si alternano storie di bombardamenti nelle borgate romane, storie di fame, di madri coraggiose, di prigionieri in Africa, di soldati congelati nella ritirata di Russia, storie di lager e lotta partigiana: testimonianze reali e inedite che tante persone hanno donato con passione civile e che Cristicchi, partendo dai racconti del nonno reduce di guerra, ha raccolto in prima persona per mantenere viva la voce di un’Italia coraggiosa. Cambiando voce, abiti, musiche e atmosfere ora le porta in scena, dà vita a ogni singolo personaggio e riesce a commuovere e far sorridere amaramente su una delle più grandi tragedie mai accadute. I suoi racconti, alternati a brani popolari e canzoni d’autore, sono schegge di vita e aneddoti fulminanti, e si compongono di parole a volte delicate come cristallo, a volte taglienti come lame affilate. Voci autentiche che raccontano la stupidità, l’assurdità della guerra: di una guerra che non è mai finita.

Simone Cristicchi (Roma, 1977) è cantautore, scrittore e attore. Ha pubblicato diversi album di successo e vinto il Festival di Sanremo con la canzone Ti regalerò una rosa. Nel 2010 inizia la sua avventura teatrale con Li romani in Russia, spettacolo diretto da Alessandro Benvenuti e basato sull’omonimo libro di Elia Marcelli, che racconta la tragica campagna di Russia del 1941-43. Per il teatro ha anche scritto e interpretato Magazzino 18, musical civile sull’esodo degli istriani, fiumani, dalmati e giuliani trasmesso anche su Rai 1. Mio nonno è morto in guerra, oltre che uno spettacolo, è un libro edito da Mondadori.

 

Ti potrebbe interessare anche...