Cotignola. In mille lungo il fiume Senio per celebrare i 70 anni dalla Liberazione. Un evento che richiama sempre più persone.

Cotignola. In mille lungo il fiume Senio per celebrare i 70 anni dalla Liberazione. Un evento che richiama sempre più persone.
Lugo 70° annersario Liberazione

COTIGNOLA. Grandissima partecipazione sabato 25 aprile all’iniziativa di Primola ‘Nel Senio della memoria’. 

Anche quest’anno la camminata del 25 aprile ‘Nel Senio della memoria’, organizzata dall’associazione Primola di Cotignola, si conferma come una delle iniziative più partecipate tra quelle dedicate alla Liberazione in provincia.

Sabato scorso sono state infatti oltre mille le persone che hanno partecipato alla camminata, giunta alla dodicesima edizione: dati che crescono di anno in anno, confermando un gradimento sempre più diffuso. Per il pranzo nel parco di Masiera sono state raccolte ben 606 prenotazioni, presenze alle quali vanno aggiunte le decine di persone che si sono aggiunte il giorno stesso dell’evento. 

La formula della camminata è stata quella già collaudata negli anni: due partenze, da Cotignola e da Alfonsine, con ritrovo a Borgo Pignatta prima del pranzo, e conclusione pomeridiana a Rossetta. Tanti gli spettacoli che anche quest’anno hanno fatto da contorno alla camminata, nei luoghi più significativi del fronte.

Inoltre, quest’anno a Cotignola, prima della partenza per la camminata, è stata dedicata una piazzetta a Luigi Zoli, cittadino cotignolese vittima del nazifascismo che con il suo silenzio salvò la vita a numerosi partigiani suoi concittadini. La targa è stata scoperta dal sindaco Luca Piovaccari, dal consigliere regionale Mirco Bagnari e dal rappresentante dell’Anpi di Cotignola Rositano Tarlazzi, alla presenza di Anna, figlia di Luigi Zoli.

L’iniziativa è ideata e coordinata dall’associazione Primola di Cotignola ed è promossa dai Comuni di Alfonsine, Bagnacavallo, Cotignola, Fusignano, Lugo; dalle sezioni ANPI di Ravenna, Lugo, Alfonsine, Bagnacavallo, Cotignola, Fusignano, Masiera, Rossetta, Villanova; dall’Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea (ISR. Ra); dalle associazioni Primola di Alfonsine, L’Olmo Masiera, Amici del fiume Senio e dal Consiglio di zona di Rossetta. Gode del patrocinio della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Ravenna e dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Ti potrebbe interessare anche...