Cesena. In arrivo modifiche al Codice di convivenza civile che contiene tutte le norme per la salvaguardia e serena convivenza.

Cesena. In arrivo modifiche al Codice di convivenza civile che contiene tutte le norme per la salvaguardia e serena convivenza.
Centro Cesena (foto maurof, repertorio)

CESENA. Novità in vista per il Codice di convivenza civile,  cioè il regolamento del Comune di Cesena che dal febbraio 2012 raccoglie tutte le norme per salvaguardare la serena convivenza fra i cittadini e la fruibilità dei beni comuni, intervenendo in materia di decoro ambientale, quiete pubblica, sicurezza urbana, tutela dell’ambiente e del patrimonio pubblico, correttezza dei comportamenti nei confronti degli animali.

Questa mattina la Giunta ha approvato alcune modifiche al testo originario, ma prima di diventare operative occorre che ricevano il via libera del Consiglio comunale. Ora si apre dunque l’iter di confronto con i gruppi consiliari e proprio in previsione di  questo passaggio il Sindaco Paolo Lucchi ha inviato a tutti in consiglieri comunali una comunicazione per anticipare loro le principali novità proposte dall’Amministrazione.

Di seguito il testo della lettera spedita dal Sindaco ai consiglieri. 

Nella seduta di stamane, la Giunta ha approvato la delibera, da presentare al Consiglio comunale, sulle modifiche al ‘Codice di convivenza civile: polizia urbana e benessere animale’. Si tratta della prima revisione del Codice, attraverso la quale si vuole aggiornare e migliorare il testo che il Consiglio comunale approvò il 23 febbraio 2012.Naturalmente, l’iter di approvazione prevede la discussione in commissione consigliare ed il successivo approdo in Consiglio comunale.

In attesa che venga perfezionata la pubblicazione della delibera, e quindi l’invio degli atti formali e del testo del regolamento, mi preme anticipare gli elementi principali contenuti nella delibera.

Vi sono infatti 6 ambiti essenziali in cui il Codice è stato maggiormente rivisto:

1.    viene introdotta, per le aree del centro storico inserite nella Zona a Traffico Limitato, la possibilità per gli esercizi commerciali alimentari di esporre la propria merce anche all’esterno: ciò è funzionale, a nostro avviso, a sostenere il ritorno in centro storico degli esercizi alimentari in seda fissa cui si sta assistendo negli ultimi anni, per i quali la possibilità di esporre all’esterno i propri prodotto rappresenta certo un elemento di competitività, ma allo stesso tempo comporta un miglioramento estetico e di percezione dell’intero centro storico;

2.    viene recepita, per quanto riguarda la pulizia dei fossati, la regolamentazione in materia di gestione dei suoli e prevenzione del rischio idrogeologico: si va in questo modo a specificare come –  proprietari, locatari o concessionari – siano responsabili della corretta funzionalità di fossati e canali di scolo, a tutela della tenuta complessiva del nostro territorio che anche nei mesi scorsi è stato in forte sofferenza su questi aspetti;

3.    sempre in materia ambientale, il testo recepisce l’orientamento dell’Amministrazione circa la bruciatura degli sfalci vegetali e dei residui di potatura: in questo modo si va a fissare ed a rendere organica una disciplina finora trattata solo attraverso ordinanza (e quindi di natura provvisoria) e che ora invece assume caratteri definitivi;

4.    per quanto riguarda la disciplina delle emissioni acustiche, viene regolamentata l’accensione di motori e compressori degli autofrigo: per tutelare i cittadini nelle ore serali notturne, viene infatti introdotto il divieto di accensione se non ad una distanza minima dalle civili abitazioni;

5.    in relazione al decoro urbano, viene introdotta, per la Polizia Municipale, la possibilità di intervenire su biciclette e motocicli in stato di abbandono, e su quelli privi di targa o numero di telaio impropriamente fissati agli arredi pubblici: si disciplinano in tal modo gli ambiti di intervento e la modalità operativa con cui la Polizia Municipale potrà effettuare azioni di decoro urbano;

6.    sulla parte relativa al benessere animale, è stata recepita la nuova legislazione che esclude la possibilità di detenere i cani legati alla catena.

Faccio infine riferimento ad una parte sulla quale spesso i cittadini richiamano la nostra attenzione, ossia quella relativa all’accesso dei cani ai giardini, parchi ed aree pubbliche.

Ad opinione della Giunta, il testo approvato nel 2012 mantiene i caratteri di equilibrio necessari a regolamentare questa materia. A ciò si aggiunga la maggiore attenzione che la Polizia Municipale sta mettendo nei controlli, sempre più richiesti dai cittadini.

Allo stesso tempo, la Giunta è aperta ad ipotesi migliorative che, in sede di discussione, dovessero essere avanzate. Per questo vogliamo, fin da ora, manifestare la disponibilità dell’Amministrazione a discutere e valutare proposte ed osservazioni, considerando la commissione consigliare quale luogo dove tali proposte ed osservazioni possano essere trattate ed eventualmente recepite.

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...