Santarcangelo. Centro anziani Franchini. Loris Dall’Acqua: ‘Una struttura fondamentale per gli anziani, ma a che prezzo. Il contributo del comune è esiguo’.

Santarcangelo. Centro anziani Franchini. Loris Dall’Acqua: ‘Una struttura fondamentale per gli anziani, ma a che prezzo. Il contributo del comune è esiguo’.
Anziani in salute. Immagine di repertorio.

SANTARCANGELO. ’Quale futuro per il Centro Anziani di Santarcangelo?’. Questa la domanda che si pone Loris Dall’Acqua che continua spiegando che ‘I centri di aggregazione per gli anziani rappresentano una risorsa fondamentale per la collettività in quanto offrono svariati servizi tesi al sostegno di una vita di relazione degli anziani attraverso iniziative culturali, ricreative e socializzanti che consentono loro di mantenere dei rapporti sociali e di svagarsi, centri finalizzati a contrastare il fenomeno dell’ isolamento a cui spesso, tale target di popolazione va incontro. Al fine di realizzare tali propositi, sarebbe auspicabile che gli anziani avessero a disposizione una sede decorosa e capiente nella quale accogliere i propri associati e dove possano organizzare le proprie attività,  magari una sede che sia ‘sostenibile’  anche dal punto di vista economico. L’ amministrazione comunale solitamente concede un contributo economico all’ associazione che si occupa della gestione del centro sociale, ma quali spese si riescono a coprire con quel contributo?

All’associazione viene data anche la possibilità di svolgere alcune attività che le consentano di aumentare le proprie entrate (ad esempio la gestione del parcheggio Francolini al venerdì), indubbiamente un’opportunità in più, ma non sarebbe più corretto che quelle risorse extra fossero eventualmente funzionali allo sviluppo dei progetti dell’associazione, piuttosto che essere utilizzate e consumate per il  pagamento del canone di affitto, delle assicurazioni o delle utenze?

Se per coprire i costi gestionali del centro, le opportunità non sono più delle facoltà, ma diventano delle esigenze o se gli anziani si ritrovano costretti ad usare gran parte dei fondi raccolti con il tesseramento con quali soldi si pagano poi gli eventi e le attività? Possibile che l’amministrazione non sia in grado di mettere l’associazione nelle condizioni di gestire il centro? Se devono farsi carico dei costi o devono mettersi a lavorare, mi pare che di sociale ci sia ben poco!!!’.

 

Ti potrebbe interessare anche...