Coriano. Sul palco del teatro Cor.Te la favol@cida della compagnia di San Patrignano. Ultimo appuntamento della stagione teatrale.

Coriano. Sul palco del teatro Cor.Te la favol@cida della compagnia di San Patrignano. Ultimo appuntamento della stagione teatrale.
specchio Compagnia San Patrignano

CORIANO. SABATO 9 MAGGIO alle 21,15 al Teatro CorTe di Coriano l’ultimo appuntamento stagionale. Per la rassegna Diversamente Theatro in scena una special edition di Lo Specchio – frammenti di una favol@cida della Compagnia di San Patrignano. Inedito allestimento del nuovo spettacolo della campagna di prevenzione WeFree con la partecipazione di alcuni attori della formazione nata all’interno della comunità di recupero corianese. In scena infanzia, adolescenza, conquiste, ansie, paure, amori, fragilità e sogni di un’esistenza che può appartenere a ognuno. Monologhi, musica dal vivo, clip multimediali ed effetti speciali. Forti accenti emotivi e momenti di introspezione fanno entrare il pubblico in un vortice di pensieri, ricordi ed emozioni che invita gli spettatori a guardarsi dentro e li sospinge verso la vita. Il ricavato della serata a supporto delle attività di prevenzione di San Patrignano rivolte ai giovani.

Sabato 9 maggio, alle ore 21,15, il Teatro CorTe di Coriano conclude la sua programmazione, sotto la direzione artistica della Compagnia Fratelli di Taglia, con l’ultimo appuntamento della rassegna Diversamente Theatro. Sul palco la Compagnia di San Patrignano nella special edition di Lo specchio – frammenti di una favol@cida, spettacolo scritto da Patrizia Russi & Pascal La Delfa con il prezioso contributo di Melita Tempesta. In scena Melita Tempesta, Angelo Cappellacci, Elisa Bocca e Pascal La Delfa.

LO SPECCHIO è il nuovo spettacolo targato WeFreeil mondo che vorrei dipende da noi, la campagna di prevenzione di San Patrignano, che sta girando i teatri italiani con rappresentazioni dedicate prevalentemente agli adolescenti delle scuole. Per l’appuntamento al Teatro CorTe, palcoscenico che nel 2012 li ha accolti per il loro debutto al di fuori della comunità, i ragazzi della Compagnia di San Patrignano hanno allestito una Special Edition che rimescola le carte della narrazione drammaturgica.

Pensieri, ricordi ed emozioni prendono infatti vita non solo attraverso un unico protagonista, ma grazie alla partecipazione di alcuni attori della Compagnia, interpreti e narratori di una storia di vita. Una favol@acida, in cui il sottile dilemma tra finzione e realtà affascina e accompagna lo spettatore dentro la vita di qualcuno, poi immediatamente fuori di essa, e lo mette di fronte a uno specchio, invitandolo a chiedersi chi è.

Infanzia, adolescenza, conquiste, ansie, paure, amori, fragilità e sogni di un’esistenza, che può appartenere a ognuno di noi, vengono scanditi da monologhi, musica dal vivo, clip multimediali e giochi di luci. Tutto scorre tra forti accenti emotivi e momenti di introspezione, facendo entrare, chiunque abbia occhi e cuore per vedere e ascoltare, dentro un vortice che proprio mentre sembra che ti stia per risucchiare, ti sospinge verso un paesaggio pieno di colori. Un paesaggio che si chiama vita.

Il ricavato della serata verrà destinato a sostenere le iniziative di prevenzione della Comunità di San Patrignano, che ogni anno con il suo progetto WeFree incontra circa 40mila studenti.

 

Ingresso: Platea € 10 – Galleria € 8


Ti potrebbe interessare anche...