Ravenna. La tradizione culinaria veneziana all’Osteria dei Marinai Passatelli per il prossimo appuntamento con le ‘degustazioni in bottega’ slow food.

Ravenna. La tradizione culinaria veneziana all’Osteria dei Marinai Passatelli per il prossimo appuntamento con le ‘degustazioni in bottega’ slow food.
Venezia download (2)

RAVENNA. Pesce marinato direttamente dal mercato di Rialto di Venezia proposto dalla pescheria Orizzonti del Pescatore, che presenta piatti gustosi ed innovativi, basati sulla sapiente tradizione veneziana; in abbinamento la birra Salinae di Cervia, birra artigianale rifermentata in bottiglia, ideale tra l’altro per gli abbinamenti con piatti a base di pesce.

Ecco la ‘ricetta’ del prossimo appuntamento con le ‘Degustazioni in bottega’ della condotta Slow Food di Ravenna, che amplia i suoi orizzonti e fa tappa in un nuovo locale: l’osteria del Mariani Passatelli (via Ponte Marino 19, telefono 0544 215206).

L’appuntamento è per GIOVEDI’ 21 MAGGIO, alle 19. Costo della serata: 10 euro per i soci, 13 per i non soci.

I pesci, marinati in una notte, trovano la loro particolarità in quel pizzico di magia delle ricette raccolte nel ‘sottoportego del Milione’ che, unita alla passione e alla profonda conoscenza delle tradizioni veneziane, danno vita a questi speciali prodotti. In degustazione ci saranno alici, ‘branzino dei Dogi’, ‘pesce spada di Guglielmo II’.

L’idea della pescheria Orizzonti del Pescatore nasce da Andrea Rossi, un giovane imprenditore appartenente ad una famiglia di Burano (la più colorata isola di Venezia), pescatori da tre generazioni. Nel 2001 inizia a lavorare come garzone nel famoso e pittoresco mercato ittico di Rialto e consegnando il pesce nelle varie osterie e cicchetterie tipiche della città rimane affascinato dalle loro cucine.

Le Alici: il tipico ‘cicchetto’ veneziano che non può mancare nel bancone di una vecchia osteria vicino al Canal Grande. Forse l’ingrediente segreto di queste alici sono proprio i curiosi racconti e chiacchiere di folcloristiche persone che danno vita ogni mattina da centinaia d’anni al Mercato di Rialto. Assaggiatele e vi perderete in una delle sue calli. Le migliori alici dell’Adriatico, caratterizzate da carni sode e succulente, lavorate a mano.

Il Branzino dei Dogi: ricetta regina della laguna veneta ha come sua più grande virtù la delicatezza. Il connubio tra la pregiata carne di branzini selezionati ed una marinatura sapientemente lavorata e ottenuta solo da ingredienti naturali crea un sapore talmente morbido da ricordare un’alba primaverile vista da una barca a remi vicino all’isola di Burano. Pregiato branzino allevato in acque salubri e limpide senza uso di mangimi.

Il Pesce spada di Guglielmo II: il mistero di come questo carpacetto prelibato sia arrivato sulle tavole veneziane viene svelato scoprendo un’antica alleanza tra il Doge Vitale e il Re di Sicilia Guglielmo II. Viene pescato nel Mediterraneo, al largo delle coste siciliane, usando metodi ecosostenibili che tutelano l’ambiente e la fauna marina.

Salinae, birra artigianale al Sale di Cervia: è una birra artigianale rifermentata in bottiglia, espressione di ingredienti preziosi come l’acqua, l’orzo del Montefeltro, delle selezioni dei più pregiati luppoli e del Sale di Cervia prodotto all’interno delle antiche saline. Viene prodotta facendo sì che questi ingredienti in fase di ammostatura si fondano insieme, per creare una birra chiara, dal colore bianco con riflessi verdi brillanti, con retrogusto leggermente sapido e un leggero grado di acidità tale da renderla freschissima e ideale per gli abbinamenti con piatti a base di pesce, soprattutto crudo, carni alla griglia, affettati e formaggi di media stagionatura. Ideale come aperitivo. Grado alcolico 4,5°.

Ti potrebbe interessare anche...