Cesena. Affidata all’Asp una parte della gestione dei servizi socio educativi e didattici per cinque scuole del territorio.

Cesena. Affidata all’Asp una parte della gestione dei servizi socio educativi e didattici per cinque scuole del territorio.
scuola

CESENA. Al termine di un lungo confronto con le famiglie, le insegnanti e il personale ausiliario, avvenuto in particolare durante le dieci assemblee svolte in tutte le scuole dell’infanzia e i nidi comunali fra gennaio e marzo scorsi e a seguito di un dialogo costruttivo con le organizzazioni sindacali, la Giunta ha deliberato l’affidamento all’ASP di una parte della gestione dei servizi socio-educativi ed educativo-didattici della città.

Si tratta, in particolare, dei servizi già affidati ad Asp Cesena Valle Savio, in via sperimentale, per gli anni scolastici 2013-2014 e 2014-2015, con due successive deliberazioni del Consiglio comunale.

“La scelta compiuta dalla Giunta – affermano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alla scuola Simona Benedetti – è coerente con l’impegno assunto da questa Amministrazione di garantire alle scuole comunali una programmazione ed una gestione di qualità, nella continuità con la tradizione e l’esperienza che hanno portato le nostre scuole a costituire l’ossatura identitaria del sistema comunale dei servizi”.

Per quanto attiene al servizio educativo-didattico (ovvero l’attività delle insegnanti), il passaggio ad ASP riguarda le scuole dell’infanzia Ida Sangiorgi (Mulini), Vigne Centro sociale e Case Finali  e i nidi d’infanzia sezione Primavera San Mauro e Case Finali.

Relativamente al servizio socio-educativo (svolto dal personale ausiliario), vanno aggiunte a quelle sopracitate le scuole dell’infanzia Ippodromo e Fiorita.

Il coordinamento pedagogico di queste scuole resta in capo direttamente all’Amministrazione, ovvero, in particolare, alle tre pedagogiste che continueranno ad occuparsi di tutte le scuole comunali, che sono complessivamente nove materne e sette nidi.

Stessa cosa per il servizio di refezione e le cucine, che ugualmente continueranno a funzionare esattamente come ora. Proprio il tema della dieta bio-mediterranea, introdotta con incredibile successo da anni nelle scuole cesenati, sarà, per altro, al centro di una intensa programmazione di incontri pubblici prevista per l’anno venturo.

“Il dialogo con le famiglie e le maestre interessate – continuano il sindaco Lucchi e l’assessore Benedetti – ha sempre evidenziato soddisfazione per la sperimentazione Asp condotta negli ultimi due anni ma anche, al contempo, una significativa preoccupazione per la mancata garanzia di continuità didattica che essa presupponeva. L’affidamento definitivo, quindi, consentirà finalmente all’ASP di fare, attraverso regolare concorso pubblico, assunzioni a tempo indeterminato, garantendo alle scuole interessate, ma soprattutto ai bambini che le frequentano, 30 assunzioni stabili, fra insegnanti ed ausiliari, che i vincoli del patto di stabilità impedirebbero all’Amministrazione comunale, mettendo a rischio l’apertura dei servizi”.

L’iter previsto per la delibera è l’approdo in Consiglio comunale il prossimo 18 giugno, a seguito del preventivo confronto in Commissione consiliare.

“La tempistica di approvazione – concludono Sindaco ed Assessore – non è casuale, ma risponde all’impegno assunto davanti alle famiglie, agli insegnanti e alle organizzazioni sindacali di arrivare alla definizione delle modalità di gestione di queste scuole entro la fine dell’anno scolastico in corso, previsto per il 30 giugno prossimo”.

“L’Affidamento all’Asp, naturalmente, non precluderà all’Amministrazione comunale di continuare ad assumere tutte le insegnanti che potrà, nel rispetto dei vincoli imposti dalla normativa. Oltre alle 12 insegnanti già assunte dal 2014 al 2015, infatti, prevediamo altre dieci assunzioni nei prossimi due anni”.

Ti potrebbe interessare anche...