Gambettola. Per le vacanze estive lavori di manutenzione straordinaria alla scuola elementare Pascoli di via Gramsci.

Gambettola. Per le vacanze estive lavori di manutenzione straordinaria alla scuola elementare Pascoli di via Gramsci.
Comune di Gambettola. Immagine di repertorio.

GAMBETTOLA. Partiranno a metà di giugno i lavori di manutenzione straordinaria nella scuola elementare di Gambettola. Un intervento previsto dall’Amministrazione comunale nel plesso di via Gramsci dove ha sede la scuola primaria ‘G. Pascoli’ per un importo totale di 200mila euro. Nello specifico i lavori riguarderanno il rifacimento delle pavimentazioni di alcune aule, il ripristino della recinzione (lato via Viole), il rifacimento della pavimentazione dei terrazzi e la sistemazione e ampliamento degli uffici di segreteria, utilizzando alcuni spazi dell’ex palazzina del custode.I lavori verranno eseguiti dall’impresa Mattei di Verucchio, che si è aggiudicata l’appalto. Contestualmente si coglierà l’occasione per sistemare anche il controsoffitto dell’adiacente palestra scolastica: un intervento prettamente estetico, per andare a sostituire le parti più deteriorate del materiale con cui è stato realizzato il controsoffitto.

‘Scuola ed edilizia scolastica sono fra le priorità di questa Amministrazione comunale – dichiara il sindaco Roberto Sanulli– Negli ultimi anni siamo riusciti a garantire investimenti per circa 80 mila euro l’anno che ci hanno permesso di  assicurare ambienti confortevoli e sicuri ai nostri bambini e ragazzi, e corrispondenti alle esigenze didattiche. Abbiamo però constatato che il plesso di via Gramsci, che è stato realizzato una quaratina di anni fa, richiede ora un intervento di più ampia portata, e con una certa urgenza – spiega il sindaco – Un intervento che sarà realizzato quindi con la messa a disposizione di una somma pari a più del doppio delle risorse investite negli ultimi anni. Vista l’importanza di un settore come quello dell’edilizia scolastica e della scuola in generale, come amministrazione continueremo anche nei prossimi anni a procedere in questa direzione, rispondendo alle sollecitazioni del Consiglio d’Istituto e confidando sul fatto che gli investimenti per rendere più adeguati e sicuri gli edifici scolastici vengano definitivamente esclusi dal patto di stabilità’.

Ti potrebbe interessare anche...