Cesena. Il Cesenalab accoglie 13 studenti del liceo Righi nell’ambito del progetto ‘alternanza scuola – lavoro’.

Cesena. Il Cesenalab accoglie 13 studenti del liceo Righi nell’ambito del progetto ‘alternanza scuola – lavoro’.
CesenaLab Alternanza sc_lav Liceo Righi

CESENA. Le lezioni sono appena finite, ma le vacanze sono cominciate in un modo del tutto inconsueto per i 13 studenti del Liceo scientifico “Righi” che svolgeranno un periodo di alternanza scuolalavoro a CesenaLab: già questa mattina le porte dell’incubatore si sono aperte per accoglierli. A dar il benvenuto agli studenti liceali, accanto ai ragazzi delle startup, c’erano anche il  Sindaco Paolo Lucchi,  l’Assessore all’Innovazione Tommaso Dionigi e il professor Luciano Margara, Coordinatore del Campus Universitario e Presidente del Comitato Scientifico di Cesenalab.

‘Onore al merito di questi ragazzi, che hanno scelto di dedicare la prima parte delle loro vacanze impegnandosi in questo modo – dichiarano il sindaco e l’assessore Dionigi -. Sappiamo bene che oggi più che mai è indispensabile moltiplicare le occasioni di incontro e di scambio fra luoghi della formazione e il mondo del lavoro: offrire ai nostri ragazzi occasioni di questo tipo è molto positivo, e siamo convinti che il coinvolgimento di Cesenalab rappresenti un’opportunità estremamente interessante, permettendo agli studenti del liceo di conoscere da vicino l’esperienza di ragazzi poco più grandi, che hanno scelto di avviare una propria impresa, in un ambito innovativo come quello delle nuove tecnologie’.Parole di soddisfazione anche da parte di Luciano Margara. ‘Si tratta – afferma – di un’ottima occasione per le nostre startup: molte di loro stanno assumendo persone e questa esperienza li aiuterà ad incontrare giovani che vogliono conoscere il mercato del lavoro’.

I 13 studenti del Righi saranno distribuiti tra le varie startup presenti nell’incubatore: Elements, Edo, Trailmeup, Flatme e Bid to Trip. Inseriti in un contesto di lavoro dinamico, basato sul concetto di coworking e di startup, in cui i giovani liceali avranno modo di vedere da vicino come opera una giovane azienda innovativa,  potranno osservare tutti i momenti di attività quotidiana delle startup ed anche di dare un proprio contributo operativo, testando le proprie competenze ed acquisendone di nuove. Si occuperanno della scrittura di contenuti e della comunicazione sui social network, dell’inserimento dati, della gestione delle piattaforme utenti ed anche di alcune fasi della produzione ed assemblaggio dei prodotti.

Silvia Bottari, docente del “Righi” referente del progetto spiega: “Complessivamente, al Liceo scientifico Righi l’alternanza scuola-lavoro coinvolgerà 150 ragazzi  per l’esperienza che prevede 80 ore in azienda a cui se ne aggiungeranno altri 30 che hanno scelto il progetto da 200 ore comprensivo anche di una borsa di studio.  I ragazzi provengono sia dalle classi dell’indirizzo tradizionale, sia da quelle ad indirizzo scienze applicate, per un totale di 30 differenti classi coinvolte. Gli studenti sono equamente divisi tra maschi e femmine, ed hanno età compresa tra 16 e 18 anni. Oltre alle startup di Cesenalab hanno aderito un totale di 115 soggetti tra aziende ed enti pubblici (Università, Comuni del circondario, Tribunale di Forli, Cna e Confartiganto, banche, ed altri enti).

 

Ti potrebbe interessare anche...