Casola Valsenio. Boom di prelievi alla casa dell’acqua, erogati quasi 107mila litri con una media giornaliera sui 388 litri.

Casola Valsenio. Boom di prelievi alla casa dell’acqua, erogati quasi 107mila litri con una media giornaliera sui 388 litri.
Casa dell'Acqua. Immagine di repertorio.

CASOLA VALSENIO. Basta poco per voler bene all’ambiente e alle proprie tasche. In questi giorni è uscito il report statistico sull’utilizzo della casa dell’acqua di Casola Valsenio.  Dal 1 luglio 2014 al 31 marzo 2015, con un utilizzo totale di 274 giorni, appare evidente come la struttura di via cardinal Soglia sia stata ben accolta ed utilizzata dai casolani.

L’erogazione complessiva è stata di quasi 107mila litri (68.975 naturale e 37.468 frizzante) con una media giornaliera che si attesta sui 388 litri erogati.

L’utilizzo della Casa dell’acqua ha permesso il risparmio di 12.856 Kg di anidride carbonica. Un risparmio calcolato per la produzione e il trasporto di bottiglie da 1,5 litri in Pet. Sempre in tema sono state così 70.962 le bottiglie Pet da 1,5 litri non utilizzate dai casolani con 5.677 litri petrolio risparmiato per la produzione di Pet.

Un monte di plastiche che ha ridotto l’incidenza allo smaltimento di  2.838 Kg. In termini logistici tutto questo ha impedito a 5 Tir di viaggiare su strada con 1.135 litri di carburante risparmiato per il trasporto. Altri dati che si possono ricavare sono quelli relativi agli 89 cassonetti in meno svuotati.

In definitiva, calcolando una media di 0,20 euro al litro per il prezzo di acquisto delle acque imbottigliate il risparmio annuo per i casolani è stato quasi di 20mila euro.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...