Rimini. Il deputato Tiziano Arlotti (Pd): ‘Scongiurata la chiusura dei presidi di Polizia Nautica e Polizia Postale’.

Rimini. Il deputato Tiziano Arlotti (Pd): ‘Scongiurata la chiusura dei presidi di Polizia Nautica e Polizia Postale’.
tiziano arlotti

RIMINI. Scongiurata la chiusura dei presidi di Polizia Nautica e Polizia Postale in Provincia di Rimini. Lo riferisce il deputato PD riminese Tiziano Arlotti dando conto della risposta avuta nei giorni scorsi dal sottosegretario all’Interno, Filippo Bubbico, alla propria interrogazione in merito.

‘Il Governo ha presentato disegno di legge sulla riorganizzazione delle pubbliche amministrazioni, contenente alcune importanti indicazioni proprio in tema di riorganizzazione del sistema della sicurezza e ora all’esame del Parlamento – spiega Arlotti -.  Solo quando il Parlamento avrà puntualizzato i contenuti del disegno di legge, il Governo potrà procedere alla definizione del piano di razionalizzazione della pubblica sicurezza, al momento ancora non definito’.

‘L’opera di riordino seguirà un criterio basato sulla valorizzazione delle specifiche vocazioni delle singole forze di polizia e sulla salvaguardia delle professionalità più consolidate nei vari settori – ha assicurato da parte sua Bubbico nella risposta ad Arlotti -. Nel complesso è possibile affermare che attraverso l’insieme degli interventi di ottimizzazione ipotizzati per le specialità e i reparti speciali sarà possibile recuperare risorse per compiti prettamente operativi, a beneficio di un miglioramento complessivo dei servizi e dell’azione di polizia’.
‘In conclusione, il piano di riorganizzazione (che, si ribadisce, è attualmente allo studio e terrà conto dell’approdo che avrà il dibattito parlamentare sul disegno di legge relativo alle pubbliche amministrazioni) risponde esclusivamente a una logica di costante miglioramento organizzativo, senza perdere di vista le esigenze di razionalizzazione della spesa pubblica – ha concluso Bubbico -. La una nuova pianificazione strategica terrà conto di oggettivi e rigorosi indicatori di contesto, tali da restituire la più fedele immagine del territorio, della sua realtà socio-economica e dei fenomeni delittuosi. Gli interventi ipotizzati nel piano saranno dettati da esclusive esigenze di efficientamento, senza che ne venga a soffrire la qualità della sicurezza, che semmai verrà accresciuta da una migliore e più adeguata rispondenza alle esigenze del territorio, in una logica di effettiva prossimità al cittadino’.

‘Il presidio con forze di polizia presenti sul territorio è fondamentale – chiosa Arlotti – ed è importante che il governo abbia garantito il principio della prossimità. Attualmente in provincia di Rimini abbiamo 7 unità in forze alla Polizia Nautica e 10 alla Polizia Postale. La loro attività è cruciale per la prevenzione e la repressione dei fenomeni criminosi, dall’abusivismo commerciale in spiaggia alla sicurezza informatica e all’educazione dei più giovani’.

 

Ti potrebbe interessare anche...