Ravenna. Sicurezza a San Michele, nuovi interventi contro i furti e il traffico. Questo l’impegno di amministrazione e forze dell’ordine.

Ravenna. Sicurezza a San Michele, nuovi interventi contro i furti e il traffico. Questo l’impegno di amministrazione e forze dell’ordine.
Furti. Immagine di repertorio.

RAVENNA. Una cinquantina di sanmichelesi ieri sera hanno partecipato nella sala parrocchiale all’incontro con il maresciallo dei carabinieri Salvatore Furfari  e il vicesindaco Giannantonio Mingozzi, promosso da don Claudio Cicillo .

Ad aprire gli interventi il vicesindaco, abitante del paese, che ha ricordato come San Michele abbia raggiunto in pochi anni  i mille residenti: “Un bel segnale per  una frazione nella quale si abita volentieri e che registra ancora richieste di residenza; c’è bisogno però di alcuni interventi urgenti su traffico, illuminazione e sicurezza delle case sparse. Pensiamo – ha  detto Mingozzi – ad un semaforo in via Faentina, ad impianti di controllo della velocità, particolarmente per il transito pericoloso di mezzi pesanti; installeremo nuovi punti luce nell’incrocio con  via Galassa e al confine con l’abitato di Godo. Per la sicurezza e contro furti e ladri,  particolarmente nelle case sparse, favoriremo ogni collaborazione reciproca tra le famiglie e i vicini di casa per una passaggio  di informazioni continue alle forze dell’ordine e segnalazioni immediate ai carabinieri, dimostrando così che il paese è unito e sa reagire alla criminalità e ad ogni presenza indesiderata”.

E’ poi intervenuto poi il maresciallo Salvatore Furfari, comandante della stazione dei carabinieri di Godo e competente per territorio, che ha avanzato alcuni consigli per contrastare le truffe perpetrate nei confronti della popolazione anziana e per perseguire i casi che si possono verificare di “stalking” . “Siamo disponibili in tutte le ore ad intervenire sulle segnalazioni dei cittadini – ha affermato Furfari- ; segnalateci anche telefonicamente ogni particolare che  possa aiutarci a debellare la piccola criminalità e i malintenzionati,  prevenendo cattive intenzioni e aiutando i cittadini a sentirsi più sicuri”.

Indicazioni su come allertare le forze dell’ordine verranno distribuite nei due bar di San Michele e in parrocchia,  “e siamo pronti – hanno risposto all’unisono don Cicillo, Mingozzi e il maresciallo-, a tornare a riunirci ogni qualvolta ve ne sia bisogno e ci venga richiesto”.

Il prossimo incontro , presenti ancora il maresciallo Furfari e il vicesindaco Mingozzi,  si terrà venerdì 19 giugno alle ore 15,30 nella sala parrocchiale di Fornace Zarattini.

Ti potrebbe interessare anche...