Savignano sul Rubicone. Quattro mesi di appuntamenti per tutti i gusti con il programma de ‘La dolce estate’ per vivere insieme la città.

Savignano sul Rubicone. Quattro mesi di appuntamenti per tutti i gusti con il programma de ‘La dolce estate’ per vivere insieme la città.
Savignano La Dolce Estate

SAVIGNANO SUL RUBICONE. Un’ estate tutta nuova, che si preannuncia vivace e coinvolgente per tutte le anime della comunità che la vivono: a Savignano ‘La dolce estate 2015′ promette di far tornare la città alla magia della piazza che si trasforma in palcoscenico, quando ci si dava appuntamento sotto le stelle per il piacere di incontrarsi in centro e trascorrere insieme le frizzanti serate estive. Una voglia di incontrarsi che parte dai residenti stessi, determinati a riappropriarsi degli spazi cittadini per viverli appieno dando vita a qualcosa di nuovo seppur così antico: la voglia di stare insieme. E proprio dalla vivacità del tessuto locale l’amministrazione comunale è partita per costruire il cartellone 2015, sperimentando una modalità di coinvolgimento inedita ma subito ben accolta: con uno specifico bando, infatti, la giunta Giovannini ha chiamato a raccolta le associazioni del territorio, invitandole a presentare i propri progetti estivi per ricevere non solo un sostegno economico, ma anche la possibilità di confrontarsi le une con le altre per costruire insieme un palinsesto condiviso, armonico e senza sovrapposizioni. “Non solo un’opportunità per ritrovarsi insieme – spiega il sindaco Filippo Giovannini – ma anche di lavorare insieme, in fase progettuale, per costruire dal basso un cartellone “di tutti”, dove le voci si armonizzano. “La dolce estate” è il progetto di un’intera comunità”.

“La dolce estate” racchiude quindi quattro mesi mesi di appuntamenti di una città in crescita, che conferma i suoi eventi di punta scoprendone e integrandone di nuovi, nati in loco o portati in città grazie alla collaborazione con le più attive realtà culturali dell’intera Romagna. La rassegna si apre quindi con uno degli eventi storici firmato dal Comune di Savignano, il grande live de “Il rock è tratto” (sabato 20 giugno) con Cristina Donà e i Diaframma come ospiti per festeggiare il ventesimo anno della manifestazione, per poi compiere la propria parabola, tre mesi dopo, con l’altro grande evento che fa da biglietto da visita a Savignano in tutto il mondo: dall’11 al 13 settembre SI Fest, a cura di Savignano Immagini, confermerà ancora una volta la città come “capitale della fotografia” tra mostre, anteprime, letture portfolio, multivisioni, atelier, incontri, presentazioni, librerie in piazza e un ricco calendario di eventi collaterali con i ragazzi di Si Fest Off e Si Fest After.

Tutti da sperimentare gli eventi vincitori del bando destinato alle associazioni: con le guide turistiche di Agt Romagna “Ti racconto” (19 giugno, 18 luglio, 28 agosto, 4 e 18 settembre) si scoprirà la “Savignano che non conosci” con passeggiate divulgative a piedi e in bicicletta alla scoperta di storia e personaggi, tra interventi narrativi e degustazioni. Coprono invece il periodo dal 27 giugno al 19 luglio gli eventi di “Germinal – Savignano Arte” tra Palazzo Don Baronio e Vecchia Pescheria: mostre e installazioni, laboratori per bambini, notturni poetici, concerti, performance a cura di Calligraphie, piattaforma per le arti e le letterature contemporanee.

Portano invece musica, videoproiezioni, arte, poesia, teatro dalla cena a notte tarda in luoghi insoliti della città le tre serate di “#Didomenica” proposte da Ifest (28 giugno, 9 e 30 agosto), tra piazza Torricino, fiume Rubicone e vicolo Mercato. Teatro del Drago arriva a Savignano ad agosto, con quattro mercoledì sera (5, 12, 19, 26 agosto) dedicati ai piccoli con i “Burattini in piazza”, mentre il “Lunedì Cinema d’Autore” nella suggestiva cornice di piazza padre Lello (6, 13, 20 e 27 luglio) è affidato alla scelte autoriali di Diffusione Musica, che riporterà sullo schermo sotto le stelle i capolavori mai dimenticati della cinematografia del Novecento: “Tempi moderni” (Charlie Chaplin, USA,1936), “La grande illusione” (Jean Renoir, FRA,1937), “Roma città aperta” (Roberto Rossellini, ITA, 1945), “Hiroshima mon amour” (Alain Resnais, FRA, 1959).

Sul fronte “Grandi eventi”, luglio riconferma due appuntamenti capisaldi dell’estate savignanese: sabato 11 luglio calici in alto per l’ottava edizione di Savignano Wine Festival organizzata da Comune, Cna Rubicone e associazione culturale ImprontArte: venti cantine in centro storico offrono una magica passeggiata tra degustazioni, assaggi e spettacoli. Da venerdì 24 a domenica 26 luglio la Romagna torna “com’era una volta” con la quarta edizione di “Piadiniamo”: lo staff di Ifest dà vita a tre giorni di immersione festosa in atmosfere, suoni e profumi delle consuetudini locali per celebrare e gustare le migliori piadine di Romagna. Ancora gastronomia, tra happy hour di qualità e finger food da strada, giovedì 20 agosto con la carovana di Chef to Chef “In viaggio verso Expo 2015”: lungo la direttrice storica della via Emilia, food truck e grandi bitriciclo guidate dagli chef diretti all’Expo fanno tappa a Savignano accolti dai produttori delle terre del Rubicone.

Gusto protagonista anche al debutto di “Savignano in ”, il nuovo evento di Cocs e Giuseppe Galassi che sabato 4 luglio colorerà il centro storico con cibo di strada, musica, spettacoli e mostre d’epoca, nonché ai tradizionali appuntamenti del giovedì sera al Caseificio Rodosio con “Quid-La sosta del gusto”.

Vivaci come sempre le feste al Castello di Ribano (10 luglio, 7 e 21 agosto), che quest’anno si sdoppiano tra serata in centro storico e “conclusione in musica” al Castello. A Savignano, poi, non sarebbe estate senza gli appuntamenti con la fotografia: il venerdì sera (3, 10, 17, 31 luglio) il circolo Cultura e Immagine propone la quindicesima edizione di “New luglio fotografia” tra incontri, proiezioni e multivisioni a cielo aperto. Appuntamento imperdibile dell’estate savignanese è “Borgo Sonoro” (11 agosto), la vivace rassegna itinerante che porta note e sapori nelle sere d’estate lungo le Terre del Rubicone. “Tradizione di festa” per gli eventi immancabili della Romagna più autentica: la commedia dialettale (7 luglio), l’orchestra da ballo (29 luglio) e lo spettacolo per nonni e nipoti (10 agosto) proposti dai volontari del centro sociale Casadei, la “Sagra della porchetta” (18 e 19 luglio) al quartiere Cesare e la “Festa de Campet” a Bastia (dal 30 luglio al 3 agosto), fino al karaoke “Canta che ti passa” (15 luglio) a Castelvecchio.

E ancora i piccoli grandi eventi della quotidianità: le lezioni gratuite di fitness, a cura di Seven sporting club, ogni lunedì di giugno e luglio nei parchi cittadini, i tornei di burraco in centro storico ogni giovedì sera, le chiacchiere sui “bei tempi andati” allo spazio conviviale di “Incontriamoci a Capanni”, i “Mercatini dei piccoli” ogni mercoledì di luglio al Cesare e le curiosità di oggettistica e collezionismo dei “Mercanti della domenica” di Agorà 2000 in centro storico. Settembre infine dà il benvenuto all’autunno con tre appuntamenti molto sentiti dalla comunità locale: Notte bianca in centro storico (19 settembre), Sportivamente (26 settembre) e “Marcialonga sul Rubicone” (27 settembre).

“Abbiamo scelto come titolo – conclude l’assessore alla Cultura Maura Pazzaglia – una canzone di Sergio Endrigo del 1964, che riporta la memoria a stagioni del nostro passato vissute in piazza, insieme, come una comunità che crede e ha fiducia nel proprio futuro. Da qui Savignano vuole ripartire. Ringrazio i tantissimi partner che sono al nostro fianco in questa avventura, augurando a tutti un’estate in grado di coinvolgere ed emozionare”. La dolce estate” è un progetto del Comune di Savignano sul Rubicone, portato avanti dagli Assessorati a Cultura, Turismo e Centro storico. L’innovativa linea grafica è stata affidata a Officine Fluo di Margherita Cenni.

Ti potrebbe interessare anche...