Forlì. Due medici di Tel Aviv in città per imparare la tecnica di chirurgia Osas. L’ospedale forlivese è diventato un vero punto di riferimento.

Forlì. Due medici di Tel Aviv in città per imparare la tecnica di chirurgia Osas. L’ospedale forlivese è diventato un vero punto di riferimento.
Medici israeliani a Forlì da Tel Aviv

FORLI’. Due giovani medici israeliani specializzati in otorinolaringoiatria sono stati ospiti, in questi giorni, dell’Unità Operativa di Otorinolaringoiatria di Forlì, diretta dal dottor Claudio Vicini, per apprendere le tecniche di chirurgia OSAS (Obstructive Sleep Apnea Syndrome, apnea ostruttiva del sonno), per cui l’ospedale forlivese è diventato un riferimento.

Il dottor Gideon Bachar e Yaniv Hamzany dell’ospedale pubblico universitario “Rabin Medical Center” di Tel Aviv (Israele) hanno un’importante esperienza come chirurghi testa – collo nel settore oncologico e sono venuti dal dottor Vicini proprio per assistere ad un intervento OSAS con la tecnica sviluppata dal dottor Vicini e dalla sua équipe nel trattamento dell’apnea ostruttiva del sonno.

“A Tel Aviv, che ha un bacino di circa tre milioni di persone,  utilizziamo il robot Da Vinci  per l’otorinolaringoiatria come a Forlì – ha spiegato il dottor Gideon Bachar – Nel nostro ospedale, in tre anni e mezzo di attività,  abbiamo trattato con la robotica circa 25 casi  oncologici e 50 tirodeictomie”.

Il Rabin Medical Center (RMC) è una delle strutture mediche pubbliche tra le più importanti in Israele. Fin dalla sua istituzione è servita da modello per nuovi standard di trattamento medico ed è stato un leader nell’uso delle nuove tecnologie, pur mantenendo i più elevati standard di assistenza medica e infermieristica . Gli istituti  e i dipartimenti di RMC sono rinomati per la loro ricerca scientifica, lo sviluppo tecnologico e le scoperte mediche. Affiliato con la Tel-Aviv University Sackler School of Medicine, RMC collabora con alcuni tra i più grandi e più stimati centri medici a livello mondiale.

‘La sindrome delle apnee ostruttive nel sonno, nota anche come OSAS – spiega il dottor Claudio Vicini– è un sotto-tipo della ‘sindrome delle apnee nel sonno’, caratterizzata da ripetuti episodi di completa e/o parziale e/o prolungata ostruzione delle vie aeree superiori durante il sonno, normalmente associati a una riduzione della saturazione di  ossigeno nel sangue. In Israele  l’OSAS ha un’incidenza del 3-6% su tutta la popolazione, percentuale condivisa con tutti i Paesi Occidentali’.

Ti potrebbe interessare anche...