Forlì. Opportunità di businness in Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia al centro della nuova tappa del Forum Export.

Forlì. Opportunità di businness in Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia al centro della nuova tappa del Forum Export.
Forum Export Forlì

FORLI’. Esperti di business incontrano le imprese del territorio per illustrare opportunità e limiti dell’internazionalizzazione in Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia, affrontando tematiche concrete per l’approccio ai mercati di riferimento: processi d’azienda, accorgimenti bancari e finanziari. Questo, in sintesi, l’obiettivo dell’appuntamento pensato e organizzato per le imprese locali e volto a fornire strumenti e conoscenze necessari per aprire la propria attività a nuovi mercati.

L’incontro organizzato da UniCredit, in collaborazione con Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Cesena Fiera-Macfrut  e Rete Enterprise Europe Network, si è svolto oggi presso la Sala del Consiglio dell’ente camerale. In primo piano i  fattori di contesto operativo, le relazioni con le banche, i principali assetti normativi dei Paesi, oltre ad un approfondimento sull’agroindustria. 

La giornata di lavoro è stata aperta dai saluti introduttivi di Alberto Zambianchi, Presidente Camera di Commercio di Forlì-Cesena; e di  Angela Vella, Vice Area Manager Romagna UniCredit. Sono quindi seguiti gli interventi centrati sulle caratteristiche dei mercati di Repubblica Ceca e Slovacchia; e della Polonia, a cura rispettivamente di Fabio Bini, Head of International Clients department Corporate, Investment and Private Banking, UniCredit Bank Czech Republic & Slovakia-; e di Hubert Narkiewicz – Senior Relationship ManagerCentro Corporate di Danzica, su “Il mercato Polonia, il contesto operativo per leimprese e il supporto di UniCredit”. Sui rischi e sulle opportunità di business secondo il sistema legale vigente in Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia, è stato invece centrato l’intervento di Daniele Iacona, Studio Schoenher.

La parola è passata quindi a Renzo Piraccini, Presidente di Cesena Fiera, per un dettagliato Focus sul settore ortofrutticolo con il progetto di rilancio di Macfrut. Infine, della Rete Enterprise Europe Network ha parlato Laura Bertella, Unioncamere Emilia Romagna-Politiche comunitarie e per l’innovazione.

‘Nell’attuale contesto che vede perdurare alcuni effetti della crisi economica e diminuire le “risorse camerali” – dichiara Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena – abbiamo instaurato con Università, Istituti di credito e, in generale, con i principali attori locali, collaborazioni fruttuose e sinergiche, risultato di una scelta mirata a costruire un nuovo modello di intervento sul Territorio e una ‘best practice’ replicabile in altri contesti.

Mettendo a sistema le funzioni istituzionali del nostro Ente e le specifiche competenze dei partner di volta in volta coinvolti, la Camera offre alle imprese che intendono internazionalizzarsi, strumenti sempre più puntuali ed efficaci. È il caso di questo Forum in cui professionisti di diversi settori mettono al servizio delle imprese le proprie expertise su tre Paesi dell’Est Europa che i dati economici confermano avere potenzialità interessanti per i nostri imprenditori’.

‘Per le imprese del territorio una delle principali opportunità di crescita e di sviluppo aziendale – ha sottolineato Angela Vella, Vice Responsabile Area Commerciale Romagna UniCredit – è senza dubbio il rapporto con nuovi mercati, l’apertura a nuovi orizzonti economici e a nuove occasioni di business. Per questo portiamo avanti con entusiasmo la realizzazione di eventi come questo Forum, in grado di fornire un sostegno operativo alle aziende che già operano su mercati oltre confine o che vogliono ampliare il proprio business all’estero. Riteniamo infatti che costituisca un incoraggiamento forte e una forte garanzia per gli imprenditori il fatto di poter fare affidamento su un Gruppo come il nostro, che può contare su un network internazionale presente in 50 mercati ma che mantiene ben salde le radici e l’attenzione sui territori in cui è presente’.

‘Internazionalizzazione e innovazione devono essere i capisaldi del sistema ortofrutticolo per competere nel mercato globale – ha affermato Renzo Piraccini, Presidente di Cesena Fiera – Macfrut ha imboccato entrambe le strade, rivolgendosi in modo particolare ai mercati emergenti dell’Est Europa insieme a UniCredit. Ai cinque road show (Bulgaria, Polonia, Romania, Ungheria, Repubblica Ceca), hanno preso parte una cinquantina di aziende da tutta Italia che si cono confrontate con oltre 400 operatori stranieri. Questi appuntamenti sono stati il punto di partenza di più ampi e approfonditi meeting business che ci saranno nella tre giorni di Macfrut in Fiera a Rimini‘.

Schede Paese – Trend e potenzialità delle aziende locali nel business con Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia

POLONIA 

Per ciò che riguarda la provincia di Forlì-Cesena,nel 2014 il valore delle esportazioni verso la Polonia è stato di quasi 116 milioni di euro, mentre le importazioni sono state di 24 milioni di euro. Rispetto all’anno precedente, le vendite dal territorio di Forlì-Cesena verso la Polonia hanno registrato un aumento del 3%, gli acquisti un calo dell’8%. Nel 2014, le esportazioni della provincia di Forlì-Cesena verso la Polonia hanno riguardato principalmente le seguenti merci: Metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti per oltre 50 milioni di euro, in rialzo del 16% rispetto al 2013; Sostanze e prodotti chimici per oltre 16 milioni di euro, +1% rispetto al precedente anno; Apparecchi elettrici per poco meno di 16 milioni di euro, con una variazione nulla rispetto all’anno precedente; Macchinari ed apparecchi per circa 9 milioni di euro, in flessione del 32% su base annua; Prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori per 5,6 milioni di euro, in crescita del 12% rispetto al 2013.

REPUBBLICA CECA

Per ciò che riguarda la provincia di Forlì-Cesena,nel 2014 il valore delle esportazioni verso la Repubblica Ceca è stato di quasi 46 milioni di euro, mentre le importazioni hanno superato i 10 milioni di euro. Rispetto all’anno precedente, le vendite dal territorio di Forlì-Cesena  verso la Rep. Ceca hanno registrato un aumento del 5%, gli acquisti del 3%. Nel 2014, le esportazioni della provincia di Forlì-Cesena verso la Repubblica Ceca hanno riguardato principalmente le seguenti merci: Metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti per quasi 18 milioni di euro, in aumento del 12% rispetto al 2013; Macchinari ed apparecchi per più di 8 milioni di euro, in crescita del 17% rispetto all’anno precedente; Sostanze e prodotti chimici per 6 milioni di euro, in rialzo del 36% su base annua.

SLOVACCHIA

Per ciò che riguarda la provincia di Forlì-Cesena,nel 2014 il valore delle esportazioni verso la Slovacchia è stato di oltre 14,5 milioni di euro, mentre le importazioni hanno superato i 21 milioni di euro. Rispetto all’anno precedente, le vendite dal territorio di Forlì-Cesena verso la Slovacchia hanno registrato un aumento del 12%, gli acquisti del 6%. Nel 2014, le esportazioni della provincia di Forlì-Cesena verso la Slovacchia non sono state significative. Si stima che per l’anno in corso, le esportazioni totali di Forlì-Cesena e provincia aumenteranno del 9%,  le importazioni faranno registrare un +5%.  [Fonte. Elaborazioni Territorial&Sectorial Intelligence su dati ISTAT e stime Prometeia]


Ti potrebbe interessare anche...