Ravenna. A Marina di Ravenna inaugura la mostra ‘Gugù, l’oca di classe – genialità della contessa ravennate Augusta Rasponi del Sale’.

Ravenna. A Marina di Ravenna inaugura la mostra ‘Gugù, l’oca di classe – genialità della contessa ravennate Augusta Rasponi del Sale’.
Marinara a Ravenna. Immagine di repertorio.

RAVENNA. MARINA DI RAVENNA. GIOVEDI’ 25 GIUGNO alle 19 l’Assessora Giovanna Piaia inaugurerà la mostra itinerante “Gugù, l’oca di classe – genialità della contessa ravennate Augusta Rasponi del Sale”,illustratrice di fama internazionale, scrittrice e filantropa del ‘900. La sede è la magica cornice del porto turistico di Marinara a Marina di Ravenna. Saranno presenti il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio Lanfranco Gualtieri, il Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato Primo Dirigente Dottor Giovanni Naccarato, la Presidente dell’Associazione Amici di Chichester Livia Caparra, il Presidente della Proloco di Marina di Ravenna Sergio Sangiorgi, Claudio Mattarozzi per Legambiente Ravenna,  Mario Petrosino per Cna di Ravenna.

Il programma  prevede l’intervento di Livia Caparra che parlerà della dimensione europeista di Gugù e delle tracce che ancora oggi sono presenti di lei in Inghilterra. Interverrà poi Roberta Pasi che illustrerà alcune varietà di rose antiche inglesi amate da Gugù, tanto da attraversare molti suoi disegni; seguirà la proiezione del video di Fabrizio Varesco, “Gugù una donna d’oggi” che concluderà la serata.

La mostra è l’occasione per ricordare i 100 anni dalla pubblicazione del libro scritto ed illustrato da Gugù, “Alla conquista della salute” unico lavoro premiato dall’Associazione Medici Scolastici Italiani e l’inizio della 1° guerra mondiale che la vede partecipe nel ruolo di crocerossina.

I testi che accompagnano la mostra,  sono stati scritti dai docenti dell’Università di Bologna dipartimento di Scienza dell’Educazione: Sandra Degli Esposti Elisi, Chiara Panciroli, Tiziana Pironi, e da Giuseppe Rossi, dal Vice Questore Aggiunto Giovanni Nobili del Corpo Forestale dello Stato, dalla responsabile del fondo Piancastelli della Biblioteca A. Saffi di Forlì Antonella Imolesi, e da Paola Missiroli  e sono stati raccolti in un catalogo con la prefazione di Giovanna Piaia. La consulenza bibliografica è stata curata da Giuliana Claudia Bassi.

Il ricavato dalla vendita dei libri andrà in beneficenza ad AVSI. I disegni di Gugù sono stati utilizzati  sia come sfondo dei pannelli della mostra che per i materiali divulgativi; le grafiche sono di Paola Missiroli.

Le iniziative sono sostenute dall’Assessore Giovanna Piaia, dalle Associazioni femminili del territorio,Cif, Fidapa, Soroptimist.

Le curatrici della mostra Maria Grazia Caccia, Julia Chance e Paola Missiroli  ringraziano, l’Autorità Portuale, la Biblioteca Ada Ottolenghi di Marina di Ravenna, il C.N.A, la Coop Adriatica, il Corpo Forestale dello Stato, la Fondazione Cassa di Risparmio, Marinara, la Proloco di Marina di Ravenna, la Provincia di Ravenna, le Associazione Amici di Cichester, Castiglionese Umberto Foschi, Saperi e Sapori, il Festival Naturae, Legambiente Circolo Matelda, senza l’aiuto delle quali il progetto non si sarebbe potuto attuare.

Sostengono l’iniziativa, il negozio “Rococò” di Silvia Gasperini, Elisa Perini di “Decor haus”, la Fiorista Miccoli Giulia, la libreria Tarantola di Marina di Ravenna, vivaio Wilmer Patuelli, il vivaio Le Colettes, la scuola nautica Soldati, il B&B L’oleandro e l’Associazione Sportiva Dilettantistica A.D.V.S. Ravenna.

Nell’area antistante la mostra avranno luogo nel corso dell’estate una serie di eventi fra i quali ricordiamo l’appuntamento laboratoriale settimanale con i bambini del venerdì dalle 17,30.

I laboratori saranno curati da Egidio Miserocchi, Saperi e Sapori, la Botteghina, Dimensione Mosaico, il Sogno di Gugù in collaborazione con la Proloco di Marina di Ravenna. Le organizzatrici ringraziano Anna Faraldo del Centro Stampa del Comune di Ravenna, Graziella Guidi del Comune di Ravenna e tutti coloro che qui non nominati personalmente, con grande disponibilità, hanno collaborato alla realizzazione del progetto e senza i quali nulla si sarebbe potuto realizzare.

Ti potrebbe interessare anche...