Ravenna. Appuntamento a tavola con la ‘Festa della cozza di Marina di Ravenna’ con incontri, degustazioni e ambiente.

Ravenna. Appuntamento a tavola con la ‘Festa della cozza di Marina di Ravenna’ con incontri, degustazioni e ambiente.
cozze, foto di repertorio

RAVENNA. Tante novità e una nuova formula per la festa nazionale della cozza presentata questa mattina in Municipio a RavennaLa seconda edizione della Festa della Cozza di Marina di Ravenna è anche una prima nazionale, una tre giorni gustosissima, all’insegna di un prodotto eccellente del nostro mare e del nostro territorio, che quest’anno ospita le cozze di La Spezia, Taranto, Portonovo di Ancona e CerviaLa festa del 26, 27, 28 giugno prossimi avrà il suo cuore a Marina di Ravenna in Piazza Dora Markus di Marinara, ma coinvolgerà anche quasi 50 ristoranti delle nove spiagge di Ravenna e della città. 

“Siamo alla seconda edizione – ha detto questa mattina in conferenza stampa Massimo Cameliani, assessore alle Attività produttive del Comune, che compartecipa alla realizzazione dell’evento – di un progetto che l’anno scorso abbiamo avviato in maniera quasi sperimentale e che quest’anno si caratterizza addirittura come un appuntamento di caratura nazionale. Non cambia però la filosofia di fondo, che è quella di creare una filiera che veda protagonisti e alleati tutti i soggetti che ruotano attorno a questa produzione, pescatori e ristoratori in primis, insieme nel supportarsi a vicenda per la valorizzazione di un prodotto, la cozza selvatica che nasce alla base delle piattaforme Eni al largo di Marina di Ravenna, tra le più pregiate in Italia. E che può costituire l’ingrediente fondamentale di una politica di valorizzazione dei prodotti del territorio in chiave di turismo enogastronomico”.

Oltre a Cameliani sono intervenuti Nevio Ronconi, presidente di Tuttifrutti, che supporta la manifestazione dal punto di vista organizzativo, Mauro Zanarini, responsabile pesca Slow Food Emilia RomagnaSergio Caselli, responsabile pesca di Legacoop, che ha portato anche il saluto di Agci e Confcooperative, e Giuseppe Prioli, presidente di Ama, Associazione Mediterranea Acquacoltori, che cura la manifestazione. Prioli ha ringraziato tutti coloro che collaborano e partecipano alla realizzazione dell’evento e “in particolare l’amministrazione comunale per aver colto la necessità di creare un connubio tra la valorizzazione dei prodotti ittici e quella delle peculiarità del territorio. Il mio auspicio è che si possa continuare a lavorare in questa direzione, con un respiro ancora più ampio”.

La Cozza di Marina di Ravenna è tra le più pregiate in Italia. Le cozze crescono spontaneamente in alto mare, alla base immersa delle piattaforme marine, dove un gioco di correnti fornisce loro ottimo cibo affinché possano diventare grosse e gustose. Sono raccolte a mano dai pescatori, i “cozzari”, che s’immergono di norma fino a 10/15 metri di profondità e in alcuni casi anche fino a 25 metri.

Il progetto “La Cozza di Marina di Ravenna una Perla dell’Adriatico” - all’interno del quale è concepita la festa – intende valorizzare il prodotto, il territorio, la ristorazione, il turismo. La manifestazione è a cura di AMA Associazione Mediterranea Acquacoltori con il supporto organizzativo e di comunicazione di Tuttifrutti e la collaborazione di Slow Food Ravenna, con la compartecipazione e il patrocinio del Comune di Ravenna, con il patrocinio di Provincia di Ravenna e Anci Emilia-Romagna, che in collaborazione con EXPO 2015 promuove l’evento. 

L’evento avrà sia carattere informativo e di divulgazione scientifica sia le caratteristiche di un appuntamento gastronomico, con ristoranti, assaggi, degustazioni e laboratori. Per tre giorni Marinara sarà un punto d’incontro e di animazione, catturerà l’attenzione di un vasto pubblico e diffonderà informazioni su la Cozza di Marina di Ravenna e, soprattutto, proporrà profumi, sapori, esperienze gastronomiche. Qui saranno allestiti i chioschi delle cozze italiane, con gli assaggi delle cozze di Marina, Taranto, La Spezia, Portonovo di Ancona e Cervia. E sarà allestita anche l’isola di degustazione delle cozze in cui si terranno diversi laboratori e show cooking, fra cui quello di Mauro Uliassi (in programma domenica 28 giugno alle 17.30). L’isola delle cozze sarà anche il punto d’irradiamento di una serie di collaborazioni con le istituzioni, le associazioni, gli operatori del settore (pescatori, chef, Pro loco) tutti volti a mettere al centro, appunto, la filiera corta, il valore gastronomico e le potenzialità economiche e turistiche della Cozza di Marina di Ravenna.

Prima, durante e dopo la tre giorni della festa – con il supporto delle associazioni di categoria - la Cozza di Marina di Ravenna è protagonista sulle tavole di quasi 50 ristoranti del territorio (da Casal Borsetti a Lido di Savio, passando per Ravenna città) con piatti e menù dedicati.

In programma anche il Convegno Nazionale “Il mare, la pesca, l’ambiente” domenica 28 giugno alle 14 all’Auditorium di Piazzale Marinai d’Italia 19 a Marina di Ravenna. Conduce Valentina Tepedino direttore Eurofishmarket.

Il convegno si svolge in tre diverse sessioni.

Nella prima sessione si parla di “Le cozze: prodotto nazionale, gusto locale”. Intervengono Massimo Cameliani Assessore Attività Produttive e Turismo del Comune di Ravenna, Davide Barchi del Servizio dell’economia ittica e delle produzioni animali della Regione Emilia-Romagna, Giuseppe Prioli Presidente AMA, Mario Imperatrice Biologo marino, esperto di molluschi. Partecipano Damiano D’Andria coltivatore di cozze e ostriche a Taranto, Federico Pinza della Cooperativa Miticoltori La Spezia, Roberto Rubegni Fiduciario Condotta Slow Food di Ancona e del Conero, Luigi Ricci della Cooperativa Allevatori Cervia, Stefano Baldini Presidente Cooperativa La Romagnola di Marina di Ravenna, Alessandro Gianstefani Presidente Nuova Conisub di Marina di Ravenna, Arnaldo Prati Direttore Ati Cooperative Pescatori Marina di Ravenna, Marco Di Maria Titolare Dimar srl, Gabriele Barberini Titolare Ulisse Subacquea srl, Sergio Caselli Responsabile Pesca Legacoop Emilia-Romagna, Massimo Gottifredi Responsabile Pesca Legacoop Romagna, Patrizia Masetti Responsabile Pesca AGCI Emilia-Romagna, Mauro Zanarini Responsabile Pesca Slow Food Emilia-Romagna, Mauro Mambelli Presidente Confcommercio Ravenna, Danilo Marchiani Presidente FIEPET Sindacato Ristoratori Confesercenti Ravenna e Giacomo Costantini Responsabile FIEPET Sindacato Ristoratori Confesercenti Ravenna.

Nella seconda sessione si affronterà il tema “La pesca in mare e il rispetto ambientale” con Giuseppe Bortone Dirigente Ufficio Ambiente della Regione Emilia-Romagna, Dario Vassallo Presidente della Fondazione Angelo Vassallo, Patrizia Masettidi ACI Pesca e Giuseppe Prioli Presidente AMA.

Infine nella terza sessione il tema “Oasi marine artificiali: dalle cozze ai delfini al laboratorio delle energie rinnovabili. Un nuovo futuro per le piattaforme marine?!” Ne parleranno Rebecca Andreini Laureanda in veterinaria, Nicola AurierBiologo, Attilio Rinaldi del Centro Ricerche Marine e Alberto Rebucci Responsabile Progetto Powered per la Provincia di Ravenna.

Per altre informazioni: lacozzadiravenna.it

Ti potrebbe interessare anche...