Forlimpopoli. Alla Rocca sono ospitate sei mostre unite dal comune denominatore del cibo in occasione della Festa Artusiana.

Forlimpopoli. Alla Rocca sono ospitate sei mostre unite dal comune denominatore del cibo in occasione della Festa Artusiana.
Artisti alla festa Forlimpopoli

FORLIMPOPOLI. Sei mostre per tutti i gusti e palati, unite dal comune denominatore del cibo. Sono le esposizioni ospitate nella Rocca a Forlimpopoli nel corso della Festa Artusiana, percorso a 360 gradi sul cibo, le tradizioni e ovviamente Pellegrino Artusi.

Partiamo da quella nella sala Mostre dedicata alle ‘Tradizioni romagnole…legami con la Cultura del territorio’curata dall’Associazione “Il Lavoro dei contadini”. In esposizione “I mestieri di un tempo che fu”, 25 disegni che hanno accompagnato le famiglie contadine (dell’illustratore Daniele Rendo) e le riproduzioni originali 70×100 dei “Luneri di Smembar” dal 1850 ai giorni nostri (Casanova edizioni Faenza).

Le stagioni della lentezza mostra Forlimpopoli

Nella sala del Capitano troviamo ‘100, 120, 150: Pellegrino Artusi e l’Unità italiana in cucina, la mostra documentaria in 16 pannelli che ha fatto il giro del mondo sull’attualità del pensiero artusiano.

Lungo i Camminamenti, lato Piazza Pompilio, è esposta ‘La metamorfosi del cibo romagnolo’ curata da Mirco Villa e dall’Associazione Il Lavoro dei Contadini. In questo percorso fotografico sono illustrati alcuni dei piatti della tradizione romagnola preparati dalle mamme, a volte con qualche modifica rispetto alla ricetta originaria, come del resto avviene o avveniva in molte famiglie. E spesso sono proprio queste varianti a donare alla pietanza quel “sapore di casa” che ci auguriamo non vada mai perduto.

Sempre lungo i Camminamenti, lato Piazza Trieste, i ‘Ritratti contadini’, raccontati in 21 foto di aziende agricole contemporanee che con amore, passione e volontà sono i custodi del nostro territorio.

Alle ‘Stagioni della lentezza’ (Camminamenti, lato via del Castello) è dedicata la mostra di tele stampate e dipinte a mano dall’Antica Stamperia Pascucci di Gambettola su disegni originali del maestro Gianfranco Zavalloni. L’esposizione è il tributo alla figura di educatore di Zavalloni, che agli inizi del 2012, su sollecitazione della Stamperia Pascucci, preparò dei disegni per realizzare degli arazzi il cui tema erano le quattro stagioni. La mostra è curata dall’Associazione Culturale “Volare”.

La Rocca infine ospita ‘Artisti alla Festa’ (Sale Centro Arti e Torrione), con i lavori degli allievi e dei docenti partecipanti al corso di disegno e pittura organizzato dagli “Amici dell’Arte” a tema artusiano e libero.

Da ricordare che la Galleria d’Arte ‘A Casa di Paola’ (piazza Artusi) ospita l’esposizione ‘Pinocchio e le pere’ degli artisti Ivo Gensini e Pasquale Marzelli. Il Monastero San Giovanni Battista (via Saffi, 68) ospita la mostra ‘Dalla mia vita alla vostra’ dedicata al decennale della morte di Don Giussani.

 

Ti potrebbe interessare anche...