Rimini. Sicurezza: l’onorevole Tiziano Arlotti conferma l’arrivo sul territorio dei rinforzi della forze dell’ordine per l’estate 2015.

Rimini. Sicurezza: l’onorevole Tiziano Arlotti conferma l’arrivo sul territorio dei rinforzi della forze dell’ordine per l’estate 2015.
Polizia di Stato. Immagine di repertorio.

RIMINI. Sarà confermata anche quest’anno la consistenza di rinforzi delle forze dell’ordine per l’estate 2015, che saranno sul territorio per un periodo più lungo rispetto al passato. Lo riferisce il deputato PD riminese Tiziano Arlotti, osservando che “viene riconosciuta l’esigenza di servizi di ordine e sicurezza pubblica in aggiunta a quelli ordinari a Rimini e nelle località turistiche della provincia. Lo scorso anno i rinforzi inviati dal ministero al territorio riminese erano stati di 300 unità (60 in più rispetto al 2013) e anche quest’anno consentiranno di proseguire nelle importanti azioni di contrasto all’abusivismo commerciale e all’illegalità portate avanti anche in collaborazione con i corpi di polizia municipale. In occasione della Notte rosa saranno dispiegate le forze necessarie grazie alla dislocazione dei contingenti di forze dell’ordine già presenti in Regione”.

‘L’approccio integrato al tema della sicurezza, basato sulla cooperazione a più livelli fra Prefettura, Comuni, le istituzioni e le categorie economiche, ha dato in questi anni risultati notevoli – continua Arlotti -. Non dimentichiamo, ad esempio, che anche così è stato possibile individuare e arrestare i colpevoli dell’80% delle rapine che si svolgono sul territorio’.

‘Ringraziamo i ministeri dell’Interno e della Difesa, grazie ai quali è stato possibile avere anche i 30 militari del progetto ‘Città sicure’. Resta in ogni caso la necessità di parametrare la consistenza degli organici delle forze dell’ordine al numero di presenze sul territorio e non in base alla popolazione residente – conclude il deputato -, e di rendere strutturale l’invio dei rinforzi estivi viste le maggiori esigenze di uomini, mezzi e servizi nei presidi di polizia delle località turistiche, soprattutto per contrastare i reati contro il patrimonio e i fenomeni della prostituzione e dell’abusivismo commerciale”.

Ti potrebbe interessare anche...