Savignano sul Rubicone. Pronti i dati dell’indagine della Cna sul distretto calzaturiero del Rubicone. Giovedì 2 luglio la presentazione a Villa Torlonia.

Savignano sul Rubicone. Pronti i dati dell’indagine della Cna sul distretto calzaturiero del Rubicone. Giovedì 2 luglio la presentazione a Villa Torlonia.
Cna Forlì - Cesena Calzaturiero

SAVIGNANO SUL RUBICONE. L’Indagine CNA 2015 sul distretto calzaturiero del Rubicone sarà presentata giovedì 2 luglio in un convegno a San Mauro Pascoli. Per informare e sensibilizzare le Istituzioni regionali e locali. 

Sono in arrivo i dati dell’attesa Indagine 2015 sul distretto calzaturiero del Rubicone, a cura dell’Ufficio Studi di CNA Forlì-Cesena, che ha riscosso grande interesse un anno fa nella sua prima edizione.

L’indagine sarà presentata in un convegno, promosso da CNA Forlì-Cesena, CNA Emilia-Romagna e CNA Federmoda, intitolato “Calzaturiero: un sapere da non disperdere”. Che sarà l’occasione, per le piccole medie imprese del distretto calzaturiero del Rubicone, per confrontarsi con le Istituzioni regionali e locali.

Appuntamento GIOVEDì 2 LUGLIO alle ore 17 presso la Sala degli archi di Villa Torlonia, in via Due Martiri 2 a San Mauro Pascoli.

Dopo la proiezione di un video di presentazione del distretto, sono previsti interventi di Franco Napolitano, Direttore generale CNA Forlì-Cesena; Danila Padovani, Responsabile CNA Federmoda Forlì-Cesena; Roberta Alessandri, Presidente CNA Federmoda Forlì-Cesena; Palma Costi, Assessore alle Attività produttive Regione Emilia Romagna; Luciana Garbuglia, Sindaco del Comune di San Mauro Pascoli; Marco Gasparini, Presidente CNA Federmoda Emilia Romagna; Stefano Iori, Icrrea BancaImpresa per Credito Cooperativo Emilia Romagna; Luca Rinfreschi, Presidente nazionale CNA Federmoda.

L’Indagine 2015 sul distretto calzaturiero del Rubicone, a cura dell’Ufficio Studi CNA Forlì-Cesena, è basata su un campione rappresentativo di imprese associate a CNA, con mediamente 16 addetti e classi di fatturato che rispecchiano le caratteristiche dimensionali del collettivo: il 50% delle imprese ha un fatturato che supera i 500.000 euro e un’azienda su tre supera il milione di euro. Nella quasi totalità sono aziende che appartengono alla subfornitura di primo o di secondo livello e per la maggior parte hanno i propri committenti nell’ambito del distretto.

I dati che sono monitorati sono l’andamento della produzione, le previsioni per l’anno in corso, gli investimenti, l’andamento dei prezzi, i fenomeni di concorrenza sleale, le previsioni sull’occupazione e sull’utilizzo degli ammortizzatori sociali.

Il distretto calzaturiero del Rubicone rappresenta uno dei perni centrali dell’economia del territorio, sia in termini di occupazione, sia in termini di volume di affari. Non solo, è riconosciuto come uno dei distretti più prestigiosi nel panorama nazionale ed internazionale. In sostanza, un valore costruito nel tempo che pervade e distingue il territorio.

Il convegno promosso da CNA vuole evidenziare qual è la realtà delle imprese della filiera del distretto e quali azioni di politica industriale possono essere messe in campo per rafforzare la competitività delle stesse. Ciò significa concentrare risorse e impegno per poter salvaguardare questo valore. Ne discuteranno con CNA e le imprese l’Assessore regionale alle Attività produttive e le principali figure istituzionali del territorio. Per pensare un futuro in cui le imprese del distretto possano operare con dignità, contribuendo alla sviluppo territoriale.

 

Ti potrebbe interessare anche...