Forlì. Al via la Festa de l’Unità, tema centrale una riflessione intorno al tema ‘Pensiamo pianeta. riflessione sui quattro elementi’.

Forlì. Al via la Festa de l’Unità, tema centrale una riflessione intorno al tema ‘Pensiamo pianeta. riflessione sui quattro elementi’.
Festa dell'Unità. Immagine di repertorio.

FORLI’. Acqua, aria, terra e fuoco. Il programma della Festa de l’Unità di Forlì 2015, che dal 2 al 20 luglio animerà piazza Berlinguer al Ronco, si snoda intorno al tema ‘Pensiamo pianeta. Riflessioni sui 4 elementi‘, con un focus sull’agroalimentare, che la trasforma, per alcuni giorni in Festa nazionale tematica. Dibattito politico, mostre, musica e buona cucina.  Come ogni anno una delle protagoniste della festa sarà la gastronomia: tornano infatti i tre ristoranti con menù rinnovati, Il Mare in tavola, romagnolo e pizzeria, aperti ogni sera dalle 19.30.

Accanto a questi il bar e la pesca e lotteria ed uno spazio tutto dedicato ai più piccoli ogni sera con l’angolo gonfiabili. Martedì 7 luglio, con ritrovo alle 19.30, partirà la gara podistica organizzata da Uisp. Tutto questo, come sempre, è possibile solo grazie agli oltre 200 volontari che mettono a disposizione il proprio tempo.

PALCO CENTRALE - Ogni sera sul palco centrale musica a partire dalle 21.30: ai maestri del liscio si alterneranno la commedia dialettale (Lunedì 6 luglio Spi…lizia presenta “La banda dei quattro”) e la musica latina. Venerdì 17 luglio spazio alla Festa della Musica, con l’esibizione delle band di Cosascuola Music Academy. Giovedì 2 luglio si inaugura con Roberta Cappelletti e venerdì 3, sul placo, Franco Dolce Vita.

LE MOSTRE - La Festa dell’Unità ospita la mostra di arte contemporanea “Trasparenze” con le opere di Giuseppe Bertolino, originario del Trapanese, e del forlivese Massimo Sansavini, artisti noti al grande pubblico per il sapiente uso del colore. Essi infatti, pur con stili e tecniche differenti, hanno come denominatore comune il colore in tutte le sue declinazioni. Nelle loro opere è possibile trovare trasparenze che richiamano l’acqua, silenzi lacustri, straordinari tramonti, flora esuberante con rimandi a mondi immaginari, sognati, forse vissuti. Completa l’esposizione una mostra collaterale di  opere  realizzate dai detenuti del laboratorio di pittura della Casa circondariale di Forlì, guidati da Bertolino. Le opere dei detenuti ricche di colori, raccontano  le loro emozioni e sensazioni in un trionfo di luce. Le mostre inaugurano giovedì 2 luglio alle 20.30 alla presenza degli autori e di Flavia Bugani, critica d’arte.

LE INIZIATIVE POLITICHE -  Seguendo il filone dei 4 elementi naturali si toccheranno diversi temi di grande attualità. Si parte giovedì 2 luglio, alle 21, con l’incontro dal titolo “Umani dentro”. Si affronta il tema della carcerazione, per capire se sia una misura attuale ed efficace per ridurre i conflitti sociali. Intervengono Pietro Buffa, provveditore generale dell’Amministrazione penitenziaria dell’Emilia Romagna, Palma Mercurio, direttrice della Casa circondariale di Forlì e Viviana Neri, presidente dell’associazione Con…tatto e l’assessore al Welfare del Comune di Forlì, Raoul Mosconi. Coordina il responsabile del Forum Etica, legalità e giustizia del Pd forlivese, Jacopo Zanotti. Si parlerà di bellezza, arte, progettazione urbanistica e cultura per combattere il degrado (6 luglio con Lorenza Bonaccorsi, responsabile nazionale Cultura e Turismo del Pd e Alessandro Zucchini, direttore IBC Emilia Romagna). Si affronteranno  i temi dell’acqua, come  garantirne il diritto e come difendere il territorio dalla sua azione (7 luglio con l’assessore regionale Paola Gazzolo e il presidente di Romagna Acque Tonino Bernabè), dei cambiamenti climatici (10 luglio con Angelo Raffaele Consoli, presidente del CTRI-TIRES, Livio De Santoli, professore dell’Università La Sapienza di Roma e Federico Brocchieri, responsabile nazionale della  sezione giovanile dell’Italian Climate Network), della legge sugli  ecoreati (11 luglio con l’onorevole Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente della Camera e Presidente onorario di Legambiente).

Nell’anno dell’Expo non si poteva non affrontare il tema del di cibo: la Festa di Forlì ospiterà per quattro giorni la Festa nazionale sull’agroalimentare (dal 13 al 16 luglio) che si aprirà con un incontro focalizzato sulla riduzione delle diseguaglianze sociali combattendo lo spreco (13 luglio con Maria Chiara Gadda, membro della Commissione Ambiente della Camera e Marco Lucchini, tra i fondatori del Banco Alimentare e l’assessore regionale Simona Caselli).

Inoltre al tema centrale di Expo, nutrire il pianeta,  sarà dedicata la serata del 14 luglio, con il vicepresidente di Slow Food Italia, Silvio Barbiero. Si chiude la quattro giorni dedicata al cibo e all’agroalimentare con la partecipazione dell’ onorevole Sabrina Capozzolo, responsabile nazionale agricoltura del Pd e del deputato forlivese Marco Di Maio.

Si affronterà infine anche il nodo dell’Europa, concentrandosi sulle reazioni dell’Unione Europea all’instabilità economica, politica e sociale dei Paesi confinanti (20 luglio con Laura Garavini, deputata eletta nella circoscrizione Estero Europa e Giovanna Laschi, professoressa di Storia Contemporanea all’Università di Bologna e  il professore di Storia contemporanea dell’Università di Bologna, Roberto Balzani). Il 18 luglio sarà presentato il libro di Alba Piolanti “Sovversive– Donne della Provincia di Forlì schedate nel Casellario politico centrale’, edito da ‘Il Ponte Vecchio’.

 

Ti potrebbe interessare anche...