Lugo. Si è concluso il corso di formazione per assistenti familiari per 15 allieve tra ore di lezione e stage in strutture pubbliche e private.

Lugo. Si è concluso il corso di formazione per assistenti familiari per 15 allieve tra ore di lezione e stage in strutture pubbliche e private.
Corso formazione assistenti familiari Lugo

LUGO. Il 25 giugno  si è concluso con la consegna degli attestati di frequenza il Corso di Formazione per Assistenti Familiari rivolto a donne occupate o in cerca di occupazione interessate a sviluppare competenze relative all’assistenza delle persone anziane in ambito familiare.

Tale iniziativa è stata organizzata dal CFP Sacro Cuore di Lugo che segue con molta attenzione le problematiche sociali che emergono dal territorio ed in particolare dalle famiglie, Tale attenzione è condivisa  dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna che hanno sovvenzionato economicamente il Corso. Infatti questo percorso si inserisce nel quadro dei programmi rivolti allo sviluppo e alla qualificazione dei servizi alla persona , basati su lavoro competente e regolare.

Hanno terminato il corso 15 allieve (inizialmente erano 18 ma durante il percorso formativo tre di loro hanno trovato lavoro) .

Il Corso ha mirato a formare figure professionali in grado di prendersi cura della persona anziana tenendo conto, non solo delle esigenze fisiche dell’anziano, ma anche di quelle psicologiche, fondamentali per il benessere globale della persona. Nella conduzione dei corsi i docenti hanno sottolineato l’importanza del saper fare, ma strettamente collegato con il saper essere. Infatti atteggiamenti quali la capacità di ascolto, la pazienza, l’empatia sono fondamentali per poter svolgere un servizio di assistenza valido e completo.

Il corso completamente gratuito ha previsto 64 ore teoriche e 120 di stage  in strutture pubbliche e private del territorio.  Le competenze acquisite hanno riguardato varie aree: relazione, servizi sociali, prevenzione, cura ad assistenza alla persona, alimentazione, gestione ambienti, sicurezza e elementi di pronto soccorso; per questi ultime due aree sono stati rilasciati i relativi attestati.

Gli interventi formativi sono stati condotti da professionisti del settore quali medici, geriatri, infermieri e fisioterapisti. Ciò ha permesso di rendere le lezioni più coinvolgenti e con apporti conoscitivi diversificati e più specifici. 

Le metodologie didattiche adottate hanno privilegiato tecniche attive che hanno puntato al coinvolgimento delle partecipanti, così da rendere gli interventi un “laboratorio” di idee ed esperienze vissute, condivisibili da tutte le partecipanti.

L’eterogeneità del gruppo, sia per età che per nazionalità, non ha costituito un ostacolo, anzi è stata per tutte un’opportunità di confronto e di crescita.

Dai questionari di gradimento somministrati al termine dei corsi e dal follow up in aula è emersa una generale soddisfazione nei confronti dell’azione formativa; riportiamo alcune affermazioni da parte delle corsiste :’Lo stage mi ha coinvolto emotivamente facendomi scoprire di essere ‘più forte’ caratterialmente più forte di quello che pensassi’ !Sono rimasta molto soddisfatta sia della teoria che della pratica. Ho sperimentato di avere molto pazienza con gli anziani e di essere cresciuta  molto a livello personale’.

Due corsiste già durante lo stage hanno trovato lavoro presso famiglie mentre altre, desiderose di perfezionare la loro professionalità  si iscriveranno a Corsi per ottenere la qualifica di O.S.S.  In questa scelta  è stata determinante l’esperienza di stage che ha orientato le corsiste nelle loro scelte future. Possiamo certamente affermare che questo percorso formativo ha permesso alle partecipanti di acquisire maggiore professionalità e sicurezza e ha reso più organico e referenziato il lavoro che già molte di loro svolgono presso le nostre famiglie.

Ringraziamo le Amministrazioni Comunali, gli Assessori, le Acli, il Lions Club di Faenza, le responsabili dei Servizi Sociali che hanno creduto e quindi collaborato attivamente alla realizzazione di questa iniziativa.

Un ringraziamento particolare va alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e all’Unione dei Comuni della Bassa Romagna che hanno reso possibile la realizzazione di tale percorso e che continuano a credere nell’importanza di queste iniziative.

Ti potrebbe interessare anche...