Ravenna. Balneazione. Diffusi i dati ARPA rilevati il 6 luglio: ‘risultati conformi dal punto di vista igienico – sanitario’.

Ravenna. Balneazione. Diffusi i dati ARPA rilevati il 6 luglio: ‘risultati conformi dal punto di vista igienico – sanitario’.
Spiaggia Ravenna

RAVENNA. L’assessorato Ambiente del Comune ha diffuso una lettera informativa alla Cooperativa spiagge  contenente i risultati  delle analisi delle acque relativi alla balneabilità, rilevati da Arpa il 6 luglio affinché gli stabilimenti balneari forniscano informazioni adeguate ai loro clienti.

Dall’ultimo bollettino Arpa (allegato) si evincono risultati conformi dal punto di vista igienico – sanitario ai fini della balneazione. I valori analitici relativi ad Escherichia coli ed Enterococchi intestinali risultano infatti ampiamente inferiori ai valori limite fissati dalla normativa (Enterococchi intestinali: 200 UFC/100 ml – Escherichia coli: 500 UFC/100 ml).

Per quanto riguarda le verifiche sullo stato trofico della nostra costa effettuate dalla motonave Daphne si registra l’assenza di fioriture algali, l’aumento dei valori di salinità e di temperatura delle acque. Si evidenzia un’elevata trasparenza delle acque al largo ma anche in costa.

Il bollettino Daphne è visionabile al link:  www.arpa.emr.it/cms3/documenti/daphne/2015/bollettino_06-07lug15.pdf.

BELLETTINO BALNEAZIONE: 

Il bollettino balneazione – come previsto dalla normativa vigente* – prevede l’informazione al pubblico relativamente a:

1. Durata della stagione balneare 2. Punti di campionamento e risultati analitici di ciascuna acqua di balneazione 3. Classificazione di qualità associata ad ogni acqua di balneazione 4. Mappa delle acque di balneazione e dei punti di campionamento

Le acque di balneazione sono acque superficiali o parte di esse nelle quali l’autorità competente prevede che venga praticata la balneazione. I punti di monitoraggio sono rappresentativi della qualità dell’intera “acqua di balneazione”. Le acque stesse e la loro ampiezza sono definite sulla base di caratteristiche e valutazioni di rischio comuni all’intero tratto considerato.

Nella Regione Emilia-Romagna, per la stagione balneare 2015, sono state individuate 93 acque marine di balneazione. Il punto di monitoraggio è fissato all’interno di ciascuna acqua di balneazione, dove si prevede il maggior afflusso di bagnanti o il rischio più elevato di inquinamento.

*La qualità delle acque di balneazione viene monitorata applicando i criteri dettati dal D.Lgs. 116/2008, entrato in vigore il 25/05/2010, con la pubblicazione del Decreto attuativo del 30/03/2010.

 

Ti potrebbe interessare anche...