Ravenna. Lettura di ‘Libri modificati’ per bambini con difficoltà negli stabilimenti balneari. Iniziativa curata dai volontari di ‘Nati per leggere’.

Ravenna. Lettura di ‘Libri modificati’ per bambini con difficoltà negli stabilimenti balneari. Iniziativa curata dai volontari di ‘Nati per leggere’.
Libri in spiaggia

RAVENNA. Nei prossimi appuntamenti di ‘Nati per Leggere‘ che si stanno svolgendo negli stabilimenti balneari vi sarà spazio anche per la lettura di libri modificati rivolta a bambini con difficoltà.

Leggere e far conoscere a tutte e a tutti i libri modificati è una delle opportunità di lettura che le biblioteche del territorio offrono ai bambini e alle bambine con bisogni speciali che, proprio per le difficoltà che hanno (motorie, linguistiche, cognitive, ecc.), rischiano di non poter attingere in modo positivo alla lettura.

Gli appuntamenti loro dedicati sono i seguenti: alle 17 di giovedi 16 luglio al Bagno Nautilus di Punta Marina; alle 17 di mercoledi 22 luglio al Bagno Sottomarino di Marina di Ravenna; alle 17 di venerdi 31 luglio al Bagno Cocoloco di Marina di Ravenna 

Le attività saranno condotte dalle operatrici della Cooperativa Il Cerchio che coordinano il centro ReciprocaMente insieme ai volontari e alle volontarie di Nati per Leggere.

‘Grazie a questa iniziativa promossa nei nostri lidi- afferma l’assessore all’infanzia e istruzione Ouidad Bakkali - rendiamo visibile ed accessibile un patrimonio pubblico che risiede nelle nostre biblioteche e che deve essere conosciuto dalle famiglie dei bimbi con bisogni speciali. Inoltre lavoreremo per rendere ancora più semplice la fruizione di questi libri modificati attraverso link diretti nel sito del Comune e della biblioteca Classense. Ringrazio a nome della comunità le lettrici e i lettori volontari di Nati per Leggere e gli operatori del centro ReciprocaMente per l’immenso lavoro quotidiano che seminano sul nostro territorio’.

Per i bambini e le bambine con difficoltà motorie o di comunicazione la possibilità di sperimentare e condividere l’esperienza della lettura, di accedere al libro, di sceglierlo, prenderlo e sfogliarlo autonomamente è spesso limitata; in realtà, nelle biblioteche comunali di Ravenna tutto questo è possibile ed è uno degli aspetti che contraddistingue il progetto ‘Leggochiaro Ragazzi’.

Leggochiaro ragazzi’ è anche una chiave di ricerca per individuare i libri e altre risorse per la lettura facilitata nel catalogo online delle biblioteche della Rete Bibliotecaria di Romagna http://scoprirete.bibliotecheromagna.it/

Le biblioteche rappresentano infatti il luogo dove è possibile trovare molteplici stimoli alla lettura, da quella ‘tradizionale’, ai libri che utilizzano font ad alta leggibilità, ai libri modificati che utilizzano la Comunicazione Aumentativa e Alternativa, agli audiolibri che permettono di ascoltare la lettura del romanzo. Anche in questo modo si può incidere su alcune ‘credenze’ collettive che tendono a non riconoscere l’esistenza di un pensiero in chi non può usare la voce o in chi non sa “leggere e scrivere con le lettere” e che quindi finiscono per spingere nella direzione dell’esclusione anziché in quella dell’inclusione e dell’integrazione.

Ti potrebbe interessare anche...