Coriano. Due serate per ‘Arancioné la notte’: musica pop(olare) e fiabe con il south beat dei ‘Canto Antico’ e i racconti del Premio Andersen.

Coriano. Due serate per ‘Arancioné la notte’: musica pop(olare) e fiabe con il south beat dei ‘Canto Antico’ e i racconti del Premio Andersen.
canto antico

CORIANO. Al Castello di Coriano due nuove serate Arancionè la notte, il cartellone estivo ideato e promosso dalla Compagnia Fratelli di Taglia, nel 30° anniversario, assieme al Comune di Coriano e grazie al sostegno della Regione Emilia-Romagna.

Venerdì 17 luglio primo PicNic Pop Concert, la rassegna di musiche e danze popolari rivisitate in chiave contemporanea in collaborazione con l’associazione culturale riminese Fermento Etnico. Dalle ore 20,30 il PicNic a piedi nudi nel parco con il cestino by La Cantinetta della CorTe. Al tramonto l’opening act del SanPaGroup, band nata nell’ambito del laboratorio di musica del nuovo Polo Artistico della Comunità di San Patrignano che debutta per l’occasione. Diretti da Pier Matteo Carattoni (chitarra) i componenti Melita Tempesta e Martina Catonica (voci), Matteo Miloro (chitarra e voce), Stefano Reboldi (batteria) e Paolo Boetti (percussioni) propongono brani di Adele, The Connells e Gianna Nannini.

Alle ore 22 sul palcoscenico naturale tra le mura malatestiane spazio agli attesi Canto Antico. Francesca Di Ieso (tamburi a cornice italiani e voce), Armando Illario (fisarmonica e voce) e Francesco Nastasi (piffero, scacciapensieri, cornamusa) presentano South Beat/Pulsazione Sud, progetto in cui fondono riti ancestrali e sonorità urbane, suggestioni dalla musica nera made in Naples e grooves dall’underground metropolitano. La musica del vulcano e della tarantola, inarrestabile, ora inquietante ora travolgente, muove dalle campagne alla città e si arricchisce di nuovi respiri e visioni sonore. Per la prima volta entrano in repertorio anche brani originali del trio, vere tarante trip hop, in aggiunta alle riletture del repertorio tradizionale del Sud Italia come Gallina, Cicerenella, la Malarazza di Domenico Modugno e Carpino Revolution che incrocia il canto d’amore della tradizione carpinese con l’esplosiva The Revolution will not be televised di Gil Scott-Heron. Musica tanto colta quanto ballabile e leggera.

Ingresso con Pic Nic € 15, solo concerto € 8.

Sabato 18 luglio, dalle ore 20, ultima serata C’era una volta al Castello, la rassegna per le famiglie in collaborazione con il Premio Andersen. Tra le mura del Castello la letteratura per ragazzi incontra il teatro, la musica e la creatività per ricordare a tutti, specie ai grandi, cosa significa quando i piccoli dichiarano Io sono un bambino. In un luogo fantastico, pieno di verde, colori e sorprese il PicNic sul prato con il cestino preparato da La Cantinetta della CorTe, make up a tema, disegno libero con Massimo Modula, gli strumenti musicali autocostruiti da Giacomo Depaoli e la libreria mobile Viale dei Ciliegi 17. Intorno alle 22 spazio ai racconti dell’Albo d’Oro del Premio AndersenL’estate di Garmann di Stian Hole (Donzelli Editore), Come insegnare a mamma e papà ad amare i libri per bambini di Alan Serres e Bruno Heitz (Nuove Edizioni Romane) e Che cos’è un bambino? di Beatrice Alemagna (Topipittori) – con i narratori della Compagnia Fratelli di Taglia sulle musiche di Massimo Modula (chitarra e voce) e Giacomo De Paoli (percussioni) accompagnati dalle scenografiche illustrazioni in movimento. E per finire l’ultima jam session rumorista con il contributo di attori, musicisti e di tutto il pubblico!

Ingresso incluso cestino PicNic € 12 Adulti, € 10 bambini. Ingresso solo spettacolo € 5

In caso di maltempo le serate avranno luogo al Teatro CorTe di Coriano

 

Ti potrebbe interessare anche...