Faenza. La ceramica faentina protagonista di Argilla Aubagne, la mostra mercato francese della ceramica.

Faenza. La ceramica faentina protagonista di Argilla Aubagne, la mostra mercato francese della ceramica.
aubagne Argilla ceramica Faenza in Francia

FAENZA. Si avvicina la 13esima edizione di Argilla Aubagne, la biennale mostra-mercato francese dedicata alla ceramica, da cui nel 2008 ha avuto origine per spin-off l’italiana Argillà Italia, egualmente biennale, che si svolge a Faenza negli anni alterni rispetto all’evento francese.

La mostra-mercato francese, che si svolgerà nei giorni 8 e 9 Agosto 2015 nella città di Aubagne (in Provenza, a 20 kilometri da Marsiglia), ha dedicato la 13esima edizione all’Italia, che sarà dunque il Paese Ospite d’Onore in un fine settimana con oltre 200 ceramisti espositori, selezionati da un comitato di esperti, provenienti da 17 Paesi. Saranno 38 i ceramisti italiani presenti nella speciale sezione “Piazza of Italy”, di cui 13 faentini: Fosca Boggi, Heriz Gorini, Elvira Keller, Carla Lega, Manifatture Sottosasso di Lorella Morgantini e Marco Malavolti, Mirta Morigi, PICO Faenza, Luce Raggi, Liliana Ricciardelli, Studiocasalaboratorio di Maurizio Russo, La Vecchia Faenza, Bottega Vignoli, Carlo Zoli.

Accanto al mercato della ceramica, numerosi saranno gli eventi culturali, tra cui tre mostre che rendono omaggio alla ceramica italiana.

In particolare, è stata inaugurata l’11 luglio scorso, in una sorta di anteprima di Argilla, la mostra ‘Faenza. Faience au XXI siècle’, dedicata alla produzione contemporanea di Faenza, capitale della ceramica a livello nazionale e internazionale. La mostra, curata da Claudia Casali, direttrice del MIC di Faenza, è allestita negli spazi della Municipalità di Aubagne, ed è stata inaugrata alla presenza del Sindaco, Gerard Gazay, e della Presidente della Communauté d’Agglomeration du Pays d’Aubagne et de l’Etoile, Sylvia Barthelemy.

Attraverso una selezione di 14 artisti, si è inteso dare uno sguardo sulla scultura ceramica contemporanea oggi a Faenza, in un discorso di continuità ma anche di innovazione, caratteristiche queste che hanno da sempre connotato il nostro territorio, fucina di continua ricerca nel rispetto di una antica tradizione. Gli artisti in mostra sono: Elvira Keller, Cristina d’Alberto, Ana Cecilia Hillar, Martha Pachon, Monika Grycko, Fiorenza Pancino, Chiara Lecca, Luce Raggi, Silvia Carnevale Miino, Nero/Alessandro Neretti, Giovanni Ruggiero, Andrea Salvatori, Abdon Zani, Oscar Dominguez. La mostra rimarrà aperta fino al 6 settembre e sarà naturalmente visitabile nei giorni di Argilla Aubagne (8-9 agosto 2015).

‘È molto importante che Faenza possa avere un ruolo chiave in questa edizione di Argilla Aubagne dedicata all’Italia, commenta Massimo Isola, Assessore alla Ceramica di Faenza. Un ruolo non solo nell’ambito dell’artigianato ceramico, ma su una dimensione più ampia: a Faenza è attiva una comunità creativa importante di artisti contemporanei che da tempo hanno scelto la ceramica come uno dei materiali sui cui concentrare la loro ricerca. Nella città del Premio Faenza, questa comunità è fondamentale e noi stiamo cercando di valorizzarla giorno dopo giorno. In questa direzione, stiamo lavorando anche insieme alle altre città di AiCC: nell’ultimo anno abbiamo portato diversi artisti faentini a Nove e Montelupo Fiorentino, e questa di Aubagne è la terza tappa di un un cammino che vogliamo portare avanti. Anche l’artigianato artistico e la ceramica tradizionale hanno bisogno degli orizzonti e della capacità di innovazione che l’arte può dare, e le contaminazioni tra questi due mondi – come succederà a Aubagne – sono fondamentali’.

Inaugurano invece il 31 luglio 2015, sempre nell’ambito del programma di inziative dedicato all’Italia Paese Ospite d’Onore di Argilla Aubagne, le altre due mostre: ‘Grand Tour – Alla scoperta della ceramica classica italiana’ e ‘Prime di copertina 25/35′.

‘Grand Tour’, in questi giorni a Milano, negli affascinanti spazi della Biblioteca Umanistica dell’Incoronata, è la mostra che propone una sorta di “viaggio” in Italia attraverso una selezione di ceramiche di gusto tradizionale dalla collezione di AiCC – Associazione Italia Città della Ceramica, a cura di Jean Blanchaert, Viola Emaldi e Anty Pansera. Anche a Aubagne sarà possibile ammirare le ceramiche realizzate a mano nelle 37 città italiane di Antica Tradizione Ceramica, passando dall’Arcaico al tardo Medioevo, dal Rinascimento al Settecento, dal Neoclassico al Liberty, fino all’influsso del Design.

‘Prime di Copertina 25/35′ è invece un progetto espositivo con le ceramiche pubblicate nelle copertine delle riviste D’A e La Ceramica Moderna & Antica, dirette da Giovanni Mirulla, in occasione, rispettivamente, del 25esimo e 35esimo anniversario di pubblicazione, rappresentative delle arti applicate dalla seconda metà del Novecento fino ai nostri giorni. La mostra è stata presentata a Faenza nel 2014, negli spazi della Pinacoteca Comunale, durante Argillà Italia.

 

Ti potrebbe interessare anche...