Bellaria Igea Marina. La madrina del Bellaria Film Festival sarà Greta Scarano, Premio Biraghi a Taormina in occasione dei Nastri d’Argento.

Bellaria Igea Marina. La madrina del Bellaria Film Festival sarà Greta Scarano, Premio Biraghi a Taormina in occasione dei Nastri d’Argento.
greta scarano attrice

BELLARIA IGEA MARINA. Greta Scarano, Premio Biraghi a Taormina in occasione dei Nastri d’Argento, tra i protagonisti del nuovo film di Stefano Sollima ‘Suburra’ e new entry della seconda stagione della serie Sky “’n Treatment’, è la madrina della 33a  edizione del Bellaria Film Festival in programma da venerdì 24 a domenica 26 luglio, con due anteprime nei giorni precedenti. 

Fresco di conferma ufficiale, l’annuncio arriva dai direttori artistici Simone Bruscia e Roberto Naccari a suggello di un’edizione che oltre a consolidare la sua vocazione per il racconto del reale riserva un occhio di riguardo alla sperimentazione artistica.

L’attrice, formatasi tra l’Italia e gli Stati Uniti, vanta un percorso di formazione poliedrico e completo che ha unito corsi di recitazione, musica e canto a regie e sceneggiature di cortometraggi, partecipazioni a videoclip e spot pubblicitari.  Numerosi i ruoli interpretati in diverse serie tv, tra cui Romanzo criminale. Al cinema, ha esordito nel 2011 con Qualche nuvola di Saverio Di Biagio ed è stata protagonista insieme a Pierfrancesco Favino di Senza nessuna pietà, film di Michele Alhaique presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2014.

La splendida madrina sarà anche componente di giuria del Bellaria Film Festival #BFF33 insieme al critico e giornalista cinematografico Mario Sesti (presidente), al regista Manfredi Lucibello, a Nadia Ranocchi di Zapruder Filmmakersgroup e a Michele Sancisi, giornalista e autore per Sky Cinema e Sky Arte.

A loro il compito di scegliere i vincitori tra gli otto documentari finalisti del Concorso Italia Doc (Ardeidae di Daniele Tucci, Corrado Chiatti e Chiara Faggionato; Brasimone di Riccardo Palladino; Fuorigioco di Davide Vigore e Domenico Rizzo; Memorie. In viaggio verso Auschwitz di Danilo Monte; Rada di Alessandro Abba Legnazzi; Roma Termini di Bartolomeo Pampaloni; Smokings di Michele Fornasero; Uomini proibiti di Angelita Fiore) e i sei titoli selezionati per il premio Casa Rossa Art Doc (Amore tra le rovine di Massimo Alì Mohammad; DeProducers di Ivan Merlo; Ella Maillart. Double journey di Antonio Bigini e Mariann Lewinsky; Il gesto delle mani di Francesco Clerici; L’Uomo Pietra di Luca Scivoletto; My sister is a painter di Virginia Eleuteri Serpieri).

I documentari delle due selezioni saranno proiettati, a ingresso libero, al Cinema Astra di Bellaria da venerdì 24 a domenica 26 luglio (orario 15.30 – 20.00). Sarà la giornalista cinematografica Claudia Catalli, ideatrice del format CineCocktail, a condurre la serata conclusiva del festival domenica 26 luglio, nel corso della quale si svolgeranno le premiazioni (piazza Giacomo Matteotti, ore 21) alla presenza della madrina e della giuria. La serata evento del 26 proseguirà con uno straordinario omaggio a Lucio Dalla che prenderà avvio con la proiezione del documentario di Mario Sesti Senza Lucio. L’opera raccoglie le testimonianze di tanti compagni di strada di Dalla, da Charles Aznavour a Isabella Rossellini, dai fratelli Taviani a John Turturro, da Paolo Nutini a Toni e Peppe Servillo, con la voce narrante di Marco Alemanno. La proiezione avrà come prologo uno straordinario concerto evento unico dei Virginiana Miller, vincitori del David di Donatello 2013 per la miglior canzone originale e della Targa Tenco 2014 per la miglior canzone dell’anno. I Virginiana sul palco di piazza Matteotti eseguiranno dal vivo alcuni brani preziosi dell’indimenticabile repertorio di Lucio Dalla.

Il Bellaria Film Festival è organizzato da Bellaria Igea Marina Servizi e promosso dal Comune di Bellaria Igea Marina, con il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Regione Emilia-Romagna e della Provincia di Rimini. Nato nel 1983 come Anteprima per il cinema indipendente italiano, dal 2006 il Bellaria Film Festival ha consolidato la sua vocazione per il racconto del reale e attraverso il Concorso Italia Doc sostiene le opere della cinematografia documentaria italiana.

 

Ti potrebbe interessare anche...