Parma. L’associazione Castelli del Ducato in visita ufficiale a Expo ospiti della Piazzetta Piacenza. Obiettivo la promozione del territorio.

Parma. L’associazione Castelli del Ducato in visita ufficiale a Expo ospiti della Piazzetta Piacenza. Obiettivo la promozione del territorio.
CASTELLI DUCATO amministratori a Expo

PARMA. Visita ufficiale dell’Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza con alcuni amministratori del territorio allo spazio messo a disposizione a Piazzetta Piacenza in Expo. Dal 22 luglio al 25 ottobre in quindici giornate, disseminate in quattro mesi,  Castelli del Ducato di Parma e Piacenza partecipa con alcuni dei suoi soci e personale qualificato, dedicato, ad Expo 2015. Obiettivo: promuovere la marca d’area territoriale punteggiata da 24 manieri, 14 Alloggi di Charme tra Antiche Mura per 385 posti letto totali, e moltissimi monumenti aperti al pubblico.

Hanno visitato Piazzetta Piacenza, ieri, il vice presidente Domenico Altieri sindaco di Fontanellato con l’assessore al Commercio Anna Caruso, lo staff di Progetto e Relazioni Esterne dell’Associazione Castelli del Ducato Francesca Maffini e Antonella Fava, insieme a Silvia Lanzi referente del tour operator Lanzi Travel – Exploredreamride, il sindaco di Roccabianca – dove ha sede il Castello di Roccabianca – Marco Antonioli già vice presidente di Unione Terre Verdiane insieme all’Assessore Claudia Sicorello, il sindaco di Sala Baganza Cristina Merusi con Maurizio Pavesi, Silvia Allegri in rappresentanza del Comune di Fidenza. Il gruppo ha visitato anche lo spazio Coppini Arte Olearia: il Museo Agorà Orsi Coppini di San Secondo Parmense è entrato infatti a fare parte, come sostenitore, del circuito dei Castelli del Ducato.

E’ inoltre in programma un altro talk con incontro stampa mercoledì 22 luglio 2015 sempre all’interno di Piazzetta Piacenza dove Castelli del Ducato -  tra i Castelli d’Italia più belli – illustrerà l’offerta last minute su agosto e quella già calendarizzata da settembre a dicembre 2015.

Sono stati già consegnati a Piazzetta Piacenza i nuovi flyer in italiano ed inglese – ideati, redatti e progettati dallo Staff Castelli del Ducato con la grafica firmata Cantadori Design – e nell’arco dei 6 mesi di Expo si prevede di distribuirne ai visitatori 200.000 copie in italiano e 50.000 in inglese. I flyer ‘Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – Castell’d’Italia’ sono declinati, contenutisticamente, sui temi: sogno, fiaba, autenticità dell’esperienza, emozione, condivisione. Sono stati possibili anche grazie al contributo di Fondazione Cariparma, Provincia di Parma, Provincia di Piacenza, con il patrocinio di Unione Appennino e Verde.

‘I gestori dello spazio di Piazzetta Piacenza ci hanno segnalato un corposo flusso turistico nel pomeriggio e durante le sere d’estate di persone provenienti da Milano, da tutta la Lombardia e dal Piemonte: un’area da sempre strategica per il Circuito dei Castelli del Ducato – ha spiegato in una nota stampa Domenico Altieri – ecco perché oltre a distribuire i nostri materiali dove promuoviamo per temi, suggestioni, comunicazione positiva ed esperienze tutto ciò che si può fare nel territorio, abbiamo pensato ad un omaggio per le famiglie: nelle 15 giornate, dal 28 luglio, di presenza in Expo, Castelli del Ducato distribuirà alle prime 100 famiglie che si presenteranno, i nuovi Giochi dell’Oca in cartonato pregiato dei Castelli, a fronte del semplice rilascio di una e-mail’.

Durante le 15 giornate di presenza – tra cui già si segnalano 22 luglio, 28-29 luglio, 1-2 agosto, 5-6-7 agosto, 22 agosto, 31 agosto, 22 e 25 ottobre – Castelli del Ducato sarà rappresentato da alcuni Soci piacentini tra i quali: il team del Castello di Gropparello con alcuni figuranti del Parco delle Fiabe – il primo parco emotivo d’Italia; il team dello Iat di Castell’Arquato, comune tra i 100 Borghi più belli d’Italia, alcuni referenti del Comune di Sala Baganza, del Comune di Piacenza e del Comune di Roccabianca ed altri soci che stanno aderendo in queste ore.

L’azione è possibile grazie al contributo di Fondazione Cariparma ed è realizzata anche grazie al contributo del PTPL2015.

 

Ti potrebbe interessare anche...