Rimini. Boom di turisti russi in città e sulla Riviera con un + 83%. Sono le mete più amate dai globe shopper russi.

Rimini. Boom di turisti russi in città e sulla Riviera con un + 83%. Sono le mete più amate dai globe shopper russi.
Turisti russi

RIMINI.  I ricchi russi sono i top spender in tutte le principali località marittime italiane. La Riviera Romagnola rimante meta  amata dai globe shopper russi che sono i top spender che rappresentano l’83% del mercato Tax Free. Giulio Gargiullo Online Marketing Manager esperto di business fra Italia e Russia mostra alcuni dati sulle opportunità di attrarre e incontrare clienti facoltosi nell’ambito del lusso per i settore del made in Italy, turismo e immobiliare nelle località marittime della Riviera Romagnola e in tutto il Belpaese.

‘Entrando nel dettaglio delle singole località scelte dai turisti Extra-Ue per trascorrere le vacanze estive, negli ultimi dodici mesi, la Riviera Romagnola rimane la meta più apprezzata dai globe shopper internazionali con oltre il 20% del mercato tax free italiano. La nazionalità top spender nella Riviera si conferma quella Russa che, nonostante un calo degli acquisti effettuati (-31%) dovuto principalmente alla chiusura dello scalo aeroportuale di Rimini, nell’ultimo anno ha rappresentato circa l’83% del totale delle vendite tax free effettuate nell’area, per uno scontrino medio riscontrato pari a 435 euro. Seguono i Cinesi, ancora a grande distanza (più del 3% del mercato), anche se detentori però di uno scontrino medio piuttosto elevato (1.541 euro) e Ucraini (circa 2%, per uno scontrino medio di 450 euro)’ secondo i dati Global Blue.

Così commenta Giulio Gargiullo Online Marketing Manager da più anni impegnato nel business fra Italia e Russia: “L’affluenza così importante nelle principali località di vacanza è un dato molto importante per l’economia locale della Riviera Romagnola, delle principali località marittime campane e per il Paese. E’ indubbio che l’effetto Expo c’è ed è presente in tante zone strategiche italiane che si somma all’aumento di visite di turisti internazionali nel periodo estivo e l’avvio dei saldi estivi”.

Le principali località estive italiane sono invase dai turisti russi che si confermano top spender nel trainare il Tax Free Shopping. Sono i cittadini russi cioè che sono in vetta alla classifica dei turisti internazionali che spendono di più nel nostro Paese. I dati vengono diramati da Global Blue, azienda specializzata in servizi per lo shopping dei turisti stranieri. Global Blue indica che l’andamento degli ultimi dodici mesi del mercato del Tax Free Shopping nelle località estive della nostra Penisola ha visto crescere la spesa media da un valore di 679 a 738 euro, nonostante un leggero calo dei volumi di acquisti (-3,29%).

“Aumento trainato dagli acquisti dei Russi, che, nonostante stiano attraversando una delicata situazione politico-economica, continuano a rimanere la nazionalità top spender nelle principali località di mare italiane” commenta Antonella Bertossi, Marketing Sales Manager di Global Blue Italia.

Nonostante la situazione geo-politica della Federazione Russa abbiamo avuto un calo delle visite di cittadini russi in Italia da parte della classe media, i ricchi investitori e turisti russi cercano ancora nel Belpaese acquisti extra lusso. Sempre secondo i dati Global Blue – prosegue Giulio Gargiullo – i russi si confermano top spender e da soli rappresentano il 46% del Tax Free Shopping in Liguria, con una spesa media di 604 euro”.

La situazione generale del Tax Free Shopping secondo Global Blue: in Versilia negli ultimi dodici mesi, i Russi, nonostante un calo negli acquisti (-2% circa), si confermano top spender e da soli rappresentano il più del 50% del Tax Free Shopping in Versilia, con una spesa media che supera i 1.000 euro.

La Liguria continua ad ottenere grandi consensi tra i turisti extra-Ue che, sempre più spesso, scelgono le coste sia del Levante che del Ponente come meta delle loro vacanze estive. Secondo Global Blue, infatti, la Liguria si posiziona al quarto posto nella classifica delle località estive preferite dai globe shopper in Italia. Ancora una volta i turisti Russi si confermano top spender, rappresentando circa il 46% del mercato tax free ligure e registrando uno scontrino di 604 Euro.

La Riviera Romagnola secondo Global Blue rimane la meta più apprezzata dai globe shopper internazionali con oltre il 20% del mercato tax free italiano. La nazionalità top spender nella Riviera si conferma quella Russa che nell’ultimo anno ha rappresentato circa l’83% del totale delle vendite tax free effettuate nell’area, per uno scontrino medio riscontrato pari a 435 euro. Seguono i cinesi con  più del 3% del mercato con uno scontrino medio di 1.541 euro ed ucraini con circa 2%, per uno scontrino medio di 450 euro.

Lo shopping tax free in Costiera Amalfitana è appannaggio soprattutto degli Americani che, negli ultimi dodici mesi, valgono il 35% del mercato complessivo, in crescita del 13% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Seguono Russi (più del 12% del mercato locale).

Continua Gargiullo: “l’Italia è approdo di russi high spender interessati cioè all’extra lusso. In questo senso abbiamo opportunità importanti di business nel settore immobiliare luxury ora e per tutta l’estate in Italia, soprattutto nelle zone più esclusive e apprezzate dai russi. Nel corso degli ultimi anni ci sono state acquisizioni molto importanti da parte di oligarchi russi di immobili di prestigio. L’estate è il momento di maggiore affluenza dei russi nel nostro Paese, oltre ad altri momenti durante l’anno’.

Precisa Giulio Gargiullo: ‘Per agenzie immobiliari e agenti immobiliari che trattano immobili lussuosi e di prestigio è importante ora attrarre investitori russi che già si trovano già ora nel Lario, in Lombardia e nelle zone amate dai russi per acquisti imponenti. Attraverso i nostri studi di mercato del settore real estate e alta gamma siamo in grado di fornire dati utili per chi voglia entrare in contatto con cittadini russi intenzionati ad acquistare case e immobili di prestigio’.

Segnala Giulio Gargiullo Online Marketing Manager alcuni dati che possono aiutare agenzie immobiliari, intermediatori immobiliari e privati a capire per quali ragioni i russi acquistano immobili all’estero: ’da un rapporto 2014 di Tranio.ru i cittadini russi acquistano immobili per questi motivi: il 70.8% per vacanze e svago, 42.4% per investimenti, 33.6% come luogo di residenza, 10.8% per l’alloggi dei figli quando questi studiano all’estero, 10.1% per viaggi di business o per lavoro, 4.5% per onore e prestigio, 1.2 % per cure mediche’.

‘Oltre al Lago di Como, ora in particolar modo preso d’assalto dai russi grazie ad Expo, le zone preferite dai russi ricchi per l’acquisto di immobili di lusso in Italia sono: la Costa Smeralda, la zona dei laghi di Como e di Garda, in Liguria Portofino e  in Toscana Forte dei Marmi. Amano acquistare appartamenti esclusivi anche a Roma, Milano, Firenze e Venezia. Anche il Salento, la Costiera Amalfitana e la Sicilia sono zone molto apprezzate del Belpaese’.

Giulio Gargiullo è un Online Marketing Manager da più di dieci anni impegnato nel business con la Federazione Russa ed è specializzato nel far trovare nuovi clienti e nuove business nell’ambito del lusso del settore real estate e altri settori strategici del luxury made in Italy.

 

Ti potrebbe interessare anche...