Riccione. Continuano il piano di manutenzione del verde su strade, parchi e scuole e la lotta alla zanzara tigre.

Riccione. Continuano il piano di manutenzione del verde su strade, parchi e scuole e la lotta alla zanzara tigre.
spiaggia Riccione

RICCIONE.  Entro la settimana Geat, in accordo con l’Ufficio Ambiente del Comune di Riccione, porterà a termine il piano manutenzione del verde mirato a diverse zone della città: strade, scuole, asili e parchi, mentre prosegue il piano di contrasto alle zanzare in queste giornate di caldo intenso. Sul piano del verde si procederà alla pulizia delle aree verdi in zona Stadio del nuoto sopra la Statale e all’altezza delle rotonde delle Vele e Popilia. Manutenzione anche alla rotatoria di via Berlinguer all’ingresso dell’autostrada.

Si procederà al taglio dell’erba nei giardini di via Foscolo e nelle vie Portofino, Andersen, Perrault, e nel parco di via Angeloni con un generale intervento di riordino e pulizia del verde.

Previsti inoltre interventi di potatura alle siepi interne delle scuole elementari e materne. Mentre un capillare operazione di diserbo stradale verrà attivata nelle vie Palermo, Torino, Milano, D’Annunzio e Diaz. Al Parco della Resistenza procedono invece i lavori di pulizia dei laghetti, di depurazione dell’acqua, sistemazione delle staccionate in legno e della voliera. Terminate le ultime operazioni di piccola escavazione, entro la prossima settimana si metterà mano all’ intervento conclusivo della verniciatura della voliera  deturpata da una scritta a spray.

Sul versante del piano di contrasto alle zanzare, il perdurare del caldo degli ultimi giorni ha scongiurato la formazione di ristagni idrici con conseguente diminuzione della proliferazione di zanzare. Le caditoie, dall’ultimo prelievo manale effettuato, risultano vuote e quindi sfavorevoli alla riproduzione degli insetti. Le attività di lotta alla zanzara tigre e alla zanzare comune comprendono 5 interventi partiti lo scorso maggio e che proseguiranno fino ad ottobre con l’impiego di prodotti larvicidi in 15.000 caditoie sulle aree pubbliche.

La raccomandazione di Geat  rivolta al privato, per ottenere la massima collaborazione, è quella di evitare ristagni, raccolte d’acqua e allo steso tempo effettuare controlli di grondaie, tombini, sottovasi, oltre a provvedere alla copertura di contenitori inamovibili come vasche vuote, bidoni o fusti per l’irrigazione.

 

Ti potrebbe interessare anche...