Lugo. Al via il percorso di sensibilizzazione e ricerca di finanziamenti per il restauro della Chiesa del Carmine.

Lugo. Al via il percorso di sensibilizzazione e ricerca di finanziamenti per il restauro della Chiesa del Carmine.
Conferenza Carmine Lugo

LUGO. Lunedì 27 luglio, alle 21,  un concerto e un convegno presso la Chiesa del Carmine riporteranno l’attenzione su uno degli edifici di maggior interesse storico, culturale e artistico della città. 

Il Circolo Culturale J.H. Newman e all’Amministrazione comunale, con un convegno e un concerto avviano un percorso di sensibilizzazione e ricerca di finanziamenti, incluso Art Bonus (la possibilità da parte di soggetti privati di erogare somme di denaro a favore di determinati progetti culturali), finalizzati al restauro della Chiesa del Carmine di Lugo.

‘l’obiettivo è quello di far comprendere quanto il Carmine sia parte integrante della nostra città e comunità – ha dichiarato l’assessora Anna Giulia Gallegati – Un edificio, dalle straordinarie potenzialità che merita di essere ricordato e valorizzato’.

navata interna, parete di controfacciata Carmine Lugo

Il progetto è stato presentato questa mattina, in conferenza stampa, alla presenza dell’assessora comunale alla Cultura Anna Giulia Gallegati, l’assessora alle Attività economiche e turismo Simonetta Zalambani, a Cesare Bedeschi e Italo Benati per il circolo Culturale J.H. Newman, a Giandomenico Meloni rettore del Carmine e il professor Michele Pagani.

‘Questo insieme di religiosità, spiritualità e laicità a mio avviso rende unico, oltre alle bellezze architettoniche, degli arredi e dei quadri posti all’interno della chiesa settecentesca, questo importante monumento lughese – ha dichiarato Cesare Bedeschi del circolo Culturale J.H. Newman – E’ quindi opportuno riportare all’attenzione dei cittadini questo prezioso sito, della memoria della nostra comunità’.

L’edificio, opera dell’architetto Francesco Petrocchi è di proprietà del F.E.C. (Fondo di Edifici di Culto del Ministero dell’Interno) fu ricostruito nel 1700, in stile barocco su una precedente chiesa del 1520 e poiché i padri carmelitani pregavano cantando è stato edificato tenendo conto dell’acustica del luogo. La Chiesa, oltre a racchiudere molteplici valenze architettoniche, artistiche e culturali, custodisce un busto di sant’ Ilaro, patrono della città di Lugo.

‘La conferenza del 27 ci può certamente aiutare a comprendere -  ha dichiarato l’assessora al Turismo Simonetta Zalambani” l’importanza di un edificio pieno di fascino, dall’ ampio spettro culturale che racchiude al suo interno, storia, musica e arte che dobbiamo valorizzare anche dal punto di vista turistico’.

La serata avrà inizio con un concerto che darà la possibilità di apprezzare la qualità musicale del Callido e il Gatti,  (due maestosi e importantissimi organi realizzati rispettivamente nel 1797 e 1750) e l’acustica eccezionale della Chiesa del Carmine.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...