Faenza. Ultima conferenza alla Casa Museo Bendandi dedicato a ‘la matematica ci aiuta a conoscere la realtà’.

Faenza. Ultima conferenza alla Casa Museo Bendandi dedicato a ‘la matematica ci aiuta a conoscere la realtà’.
Faenza centro storico ( repertorio)

FAENZA. ‘La matematica come lente per conoscere la realtà’ è il titolo della conferenza di Daniel Girelli programmata domani – martedì 28 luglio – alle 21, a Faenza, nella Casa Museo Raffaele Bendandi (via Manara, 17).

La serata, promossa dall’Osservatorio sismologico faentino in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Faenza, è l’ultima in calendario nell’ambito degli eventi collegati ai ‘Martedì d’estate’.

Perchè è così importante studiare matematica a scuola? A cosa serve conoscere i logaritmi nella vita di tutti i giorni?

Sono queste solo alcune delle domande alle quali Daniel Girelli darà risposta nella conferenza di domani, dimostrando come la matematica sia lo strumento più efficace per comprendere la realtà.

Obiettivo della serata è quello di mostrare, in maniera divulgativa e partendo da esempi della vita quotidiana, come il pensare matematico (al di là delle complicate formule) sia uno strumento utile sia per orientarsi e prendere decisioni più informate sui problemi della società contemporanea, che per approfondire la natura di concetti importanti quanto problematici per la specie umana come, ad esempio, verità e giustizia.

Daniel Girelli è nato a Faenza nel 1979. Dopo essersi diplomato al liceo scientifico, nel 2006 si è laureato in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio all’Università di Bologna.

Nel 2008 ha inoltre conseguito la laurea triennale in Filosofia (indirizzo: i linguaggi delle scienze) e nel 2011 la laurea magistrale in Scienze filosofiche, sempre presso l’Università di Bologna.

Dal 2006 insegna matematica e filosofia in un liceo privato di Imola. Negli ultimi due anni ha anche tenuto due corsi di filosofia all’Università per Adulti di Faenza.

 

Ti potrebbe interessare anche...