Veneto. Continuano gli appuntamenti culturali della rassegna ‘Il festival delle ville venete’. Ultima tappa per ‘Shakespeare in Villa’.

Veneto. Continuano gli appuntamenti culturali della rassegna ‘Il festival delle ville venete’. Ultima tappa per ‘Shakespeare in Villa’.
Grande Shakespeare. Immagine di repertorio.

VENETO. Martedì 28 luglio, ore 21 – Montorso Vicentino (VI). OPERA IN LOVE ROMEO & JULIET

Dopo U2 Machbeth e Jago, rappresentazioni che hanno incantato il pubblico accorso rispettivamente a Villa Sagramoso e Villa La Mattarana, nel veronese, le produzioni teatrali di Casa Shakespeare che rivisitano l’opera del grande drammaturgo inglese si spostano nel vicentino per Opera in Love Romeo & Juliet. L’ultimo appuntamento della rassegna Shakespeare in Villa è una rappresentazione che racchiude in sé opera e teatro per raccontare la celebre storia di Romeo e Giulietta come mai prima d’ora. Le parole di Shakespeare incontrano, infatti, le note dei più famosi compositori d’opera. Un affascinante concerto-spettacolo unico al mondo che unisce l’arte del melodramma all’ideale dell’amore eterno. I due attori protagonisti sono accompagnati e anticipati da un baritono e una soprano, le cui voci rappresentano anima e cuore, odio e rancore, festa e lutto. Un cast di appassionati artisti e uno spettacolo che ha entusiasmato critica e pubblico, una produzione che Casa Shakespeare ha messo in piedi in collaborazione con Anteprima Opera eOpera Synergy, associazioni nate a Verona che hanno l’obiettivo di creare nuove occasioni per far conoscere l’opera e la grande musica.

Giovedì 30 luglio, ore 21:15 – Bardolino (VR) ROMEO Y JULIETA TANGO

Romeo y Julieta Tango porta in scena il dramma shakespeariano e lo racconta attraverso il linguaggio della danza e del tango. Con la musica dal vivo del Cuarteto Tipico Tango Spleen, in scena dodici straordinari interpreti. Danzatori e tangueros argentini danno vita ad uno spettacolo raffinato e coinvolgente, una produzione importante e di grande appeal che riporta in vita la più famosa storia d’amore di tutti i secoli. Il repertorio musicale utilizzato risulta essere particolarmente adatto sia per sottolineare il carattere drammatico di certe scene, sia per amplificare la poesia e il romanticismo dell’incontro e della passione dei due giovani amanti. Romeo y Julieta si svolge nei luoghi del dramma: ma non c’è Verona e non c’è nemmeno Buenos Aires. O forse ci sono entrambi. In questi luoghi dello scontro tra Capuleti e Montecchi c’è un sapore di antico che non è antico e di contemporaneo che contemporaneo non è. Il progetto è inserito nell’ambito di Veneto in Villa. Coreografie e regia di Luciano Padovani, musiche di Piazzolla, Speranza, Calo, Mores e Quartango eseguite dal vivo da Tango Spleen Quartet: Mariano Speranza, pianoforte e direzione; Francesco Bruno, Bandoneon; Andrea Marras, violino; Gian Luca Ravaglia, contrabbasso.

 

Ti potrebbe interessare anche...