Faenza. Ultimo appuntamento con il ‘Mercatino dei ragazzi’. Già oltre 1.200 i partecipanti alle prime quattro serate, una stagione da record.

Faenza. Ultimo appuntamento con il ‘Mercatino dei ragazzi’. Già oltre 1.200 i partecipanti alle prime quattro serate, una stagione da record.
Mercatino degli hobbisti. Immagine di repertorio.

FAENZA. Si conclude domani – giovedì 30 luglio – la 34^ edizione del Mercatino dei ragazzi, organizzata dall’Avis Faenza in collaborazione con l’Amministrazione comunale, che sta facendo registrare numeri da record.

La media dei partecipanti per ogni appuntamento è stata infatti superiore ai 300 ragazzi (con una punta massima di 332 iscritti il 9 luglio scorso) e, se anche domani questi numeri saranno riconfermati, sarà superato il tetto delle 1536 presenze dell’edizione 2014.

Da segnalare che fra i giovani partecipanti (dai 6 ai 14 anni) non ci sono solo ragazzi della nostra provincia, ma anche di altre realtà regionali quali Forlì, Bologna, Ferrara e Castelfranco Emilia.

Da segnalare, addirittura, la partecipazione di un ragazzo di Milano (il 9 luglio), di uno di Roma (il 16 luglio) e uno di Venezia (il 23 luglio).

Domani in piazza del Popolo, dalle ore 18.00 alle 22.00, ultimo atto del mercatino, con iscrizioni a partire dalle ore 16.00 presso il gazebo dell’Avis, vicino alla fontana monumentale.

Per le iscrizioni e per controllare il rispetto del regolamento, ogni giovedì in piazza del Popolo sono impegnati una ventina di volontari fra soci Avis e collaboratori, oltre ad alcuni operatori della Polizia municipale.

Il Mercatino dei ragazzi è un momento d’incontro e di gioco rivolto a ragazzi di età compresa dai 6 ai 14 anni, accompagnati o assistiti da almeno una persona maggiorenne, nel quale si svolge un libero scambio e una offerta di oggetti usati di modico valore (prodotti artigianali creati dai ragazzi, giocattoli, giornalini, libri e accessori usati per ragazzi), che non deve configurarsi come un’attività commerciale a scopo di lucro.

Sono, infatti, tassativamente vietati lo scambio, l’offerta, l’esposizione e la vendita di oggetti con prezzi superiori a 50 euro e comunque non destinati o non indicati per bambini e ragazzi, quali abbigliamento di qualsiasi genere e tipo (indumenti, scarpe, accessori), generi alimentari, animali, fiori freschi e secchi, piante, merci nuove, biciclette (a eccezione dei piccoli modelli per l’infanzia), armi proprie e improprie, oggetti militari e simili, nonché preziosi o di valore, piatti, bicchieri e altri utensili per la casa, quadri, ceramiche, oggetti di antiquariato o collezione (se non di modico valore).

Materiali elettronici, cellulari o altri accessori si possono esporre ma è ammesso un solo oggetto per ogni banco.

Il regolamento della manifestazione vieta altresì l’uso di impianti fonici o musicali e l’installazione di strutture, quali tende, gazebo, tavoli o altro. Lo spazio occupato da ogni singolo espositore non deve superare i cinque metri quadrati.

Al “Mercatino” sono inoltre ammessi, senza limiti di età, i ragazzi che frequentano i centri socio-riabilitativi pubblici e privati di Faenza, purché accompagnati dai loro assistenti.

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...