Sarsina. Giorgio Albertazzi porta sul palco del Plautus Festival le ‘Memorie di Adriano’ per la regia di Maurizio Scaparro.

Sarsina. Giorgio Albertazzi porta sul palco del Plautus Festival le ‘Memorie di Adriano’ per la regia di Maurizio Scaparro.
Giorgio Albertazzi

SARSINA. L’appuntamento è per domanica 9 agosto alle 21.30 all’arena Palutina. 

C’è una frase di Flaubert che spiega il fascino immortale dell’Imperatore Adriano: ‘Quando gli déi non c’erano più e Cristo non ancora, tra Cicerone e Marco Aurelio, c’è stato un momento unico in cui è esistito l’uomo solo’.

Adriano è più di un uomo, è il ‘ritratto’ di ciò che noi siamo oggi, nelle sue parole ritroviamo le radici della nostra storia.
In un mondo dove i fondamentalismi e l’ignoranza seminano morte e distruzione, le parole di Adriano assumono un significato nuovo indicandoci, forse, uno spiraglio di speranza: ‘…non tutti i nostri libri periranno;…altre cupole sorgeranno dalle nostre cupole…e se i Barbari s’impadroniranno mai dell’impero del mondo, saranno costretti ad adottare molti nostri metodi; e finiranno per rassomigliarci’.
Ascoltare Giorgio Albertazzi recitare nella cornice magica di Villa Adriana, sfiorati dai fantasmi di quell’epoca lontana, ci ha spinto a portare questo spettacolo dal 1989 ad oggi in tante città d’Italia e d’Europa.

Il Maestro Giorgio Albertazzi delizierà gli spettatori con questa sua interpretazione dell’Imperatore Adriano, che dal 1989 porta in giro per l’Italia ed in Europa riscuotendo un grande successo. L’attualità di una personalità come quella dell’Imperatore, vissuto nel II secolo d.C., è in grado di far riflettere il pubblico porgendogli uno specchio delle problematiche della società odierna messe a confronto con le parole di questa saggia ed importante autorità della Roma antica.

Ti potrebbe interessare anche...