Rimini. La Carovana del cuore della Fondazione Patrizio Paoletti ha toccato le spiagge di Rimini. Le magliette arancioni per promuovere l’educazione.

Rimini. La Carovana del cuore della Fondazione Patrizio Paoletti ha toccato le spiagge di Rimini. Le magliette arancioni per promuovere l’educazione.
Carovana del Cuore

RIMINI. Sulle spiagge di Rimini è passata la Carovana del Cuore. E’ tornata la campagna della Fondazione Paoletti a sostegno dell’educazione e dei diritti dell’infanzia. 

Domenica 9 agosto le spiagge di Rimini hanno ospitato le ormai note ‘magliette arancioni’ dei giovani volontari della Fondazione Patrizio Paoletti, che  hanno portato a turisti, cittadini e frequentatori dei litorali italiani il messaggio della campagna ‘Carovana del Cuore’.

Giunta alla sua undicesima edizione, quest’anno l’iniziativa vuole promuovere l’educazione come strumento per il miglioramento personale e sociale, con un particolare occhio di riguardo all’infanzia, alla protezione dei suoi diritti e alla tutela del suobenessere.

La ‘Carovana del Cuore’ approderà nei prossimi giorni a Riccione e Cattolica, per poi lasciare l’Emilia Romagna e proseguire il suo viaggio nelle Marche. I dettagli e il calendario completo con tutte le tappe sono disponibili sul sitowww.carovanadelcuore.org.

A chi ha sostenuto la campagna, i volontari della Fondazione hanno donato un braccialetto arancione con incisa la scritta Vivi Appassionatamente in ricordo di tale impegno.

In questi anni, grazie al sostegno delle persone entrate in contatto con la ‘Carovana del Cuore’, la Fondazione Patrizio Paoletti ha avviato oltre 20 progetti socio-educativi in Italia, ma anche nei Paesi in via di sviluppo, raggiungendo più di 11.000 bambini, formando 2.449 insegnanti e distribuendo 934.000 pasti nelle scuole. Oltre 200.000 pasti, inoltre, sono stati distribuiti in nel nostro Paese a supporto delle persone colpite dalle nuove povertà.

Sono questi i risultati di una campagna e di un messaggio che la Fondazione vuole dare a tutti: la crisi economica e sociale che stiamo vivendo, l’acuirsi delle diseguaglianze e delle povertà, nei Paesi più avanzati come nei Paesi in via di sviluppo, sono il chiaro segnale che i modelli di sviluppo del passato sono ormai insostenibili. È il momento di investire sul capitale umano, quindi sull’educazione e sull’istruzione di bambini e adulti.

Una mission importante e condivisa, anche a livello istituzionale, che quest’anno ha portato la Carovana del Cuore a ricevere il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico e di oltre 40 istituzioni ed enti.

Gli ultimi dati Istat sulla povertà in Italia, del resto, parlano chiaro: l’incidenza di povertà assoluta scende all’aumentare del titolo di studio: se la persona di riferimento è almeno diplomata, l’incidenza (3,2%) è quasi un terzo di quella rilevata per chi ha la licenza elementare (8,4%).

 

Ti potrebbe interessare anche...