Rimini. L’ex sindaco Giuseppe Chicci presenta il suo romanzo ‘Due padri’. Appuntamento da non perdere per la rassegna ‘MobyCult’.

Rimini. L’ex sindaco Giuseppe Chicci presenta il suo romanzo ‘Due padri’. Appuntamento da non perdere per la rassegna ‘MobyCult’.
Moby Cult Rimini

RIMINI. L’ex sindaco di Rimini Giuseppe Chicchi sarà il protagonista del nuovo appuntamento con MobyCult, domani sera martedì 11 agosto (ore 21,30) a Castel Sismondo a Rimini. E’ il quinto appuntamento della rassegna che questa sera ospita invece l’ufologo Roberto Pinotti, con il suo libro “Siamo extraterrestri!” e che proseguirà nella serata di mercoledì 12 agosto con ospite Arrigo Sacchi che presenterà la sua biografia ‘Calcio totale’.

Giuseppe Chicchi, intervistato da Michele La Rosa, ordinario di sociologia del lavoro, e da Ferruccio Farina, scrittore e storico del turismo, presenterà il suo ultimo romanzo ‘Due padri (Ed. Pietroneno Capitani): un lavoro che intreccia due storie parallele, tra passato e presente, con due protagonisti, uno reale, Sigismondo Malatesta, l’altro immaginario (l’imprenditore Mario Martini). Nel 1464 Sigismondo parte per una strana ed arruffata spedizione militare contro i Turchi che hanno occupato la Grecia. Perché? L’autore avanza un’ipotesi: il Signore di Rimini cerca le spoglie del filosofo Giorgio Gemisto Pletone, suo ispiratore e “padre” intellettuale, che ora riposa nel Tempio Malatestiano. Questo atto di dedizione vale il rischio di una guerra palesemente inutile? Sì, se di mezzo c’è il conflitto con Pio II Piccolomini. Secoli dopo, Mario Martini, imprenditore mezzo fallito, attraversa l’Adriatico sulle tracce di un padre di cui va scoprendo la verità nascosta nella Yugoslavia di Tito.

Nella sua terza opera di narrativa l’ex sindaco e parlamentare sorprende il lettore con una doppia trama che ci racconta del passato e del presente. Due personaggi, Sigismondo Malatesta e l’imprenditore Mario Martini che fanno i conti con la loro esistenza e la storia antica e recente e ci dicono qualcosa di più sullo stesso Chicchi. Un piacevolissimo romanzo, una prova di grande stile e misura. (…I due personaggi sono animati da un’inquietudine che pagina dopo pagina viene analizzata, scarnificata con il meccanismo del thriller. Come alla ricerca di un assassino i due uomini vanno alla ricerca di se stessi, del proprio intimo, di ciò che conta per ogni uomo.’ (Franco Fregni, www.riminiduepuntozero.it).

MobyCult 2015, giunta alla XXV edizione, è promossa dal Consorzio Il Libro nella Città e da Castel SismondoEstate.com, col patrocinio e il contributo del Comune di Rimini, il sostegno di Hera Rimini, della Camera di Commercio di Rimini, Zurich Assicurazioni e Carim, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini.

Ti potrebbe interessare anche...