Faenza. Lunedì 17 agosto riapre la biblioteca comunale manfrediana con tante novità da scoprire.

Faenza. Lunedì 17 agosto riapre la biblioteca comunale manfrediana con tante novità da scoprire.
Biblioteca Faenza sala consultazione

FAENZA. Durante il breve periodo di chiusura nella prima parte di agosto, è stato infatti modificato il volto della sala consultazione situata al primo piano.

Nella grande sala con gli stemmi nobiliari delle famiglie faentine, che ospita anche il servizio di reference, invece delle enciclopedie generali gli utenti della biblioteca troveranno numerosi e interessanti testi su Faenza e il territorio faentino, che potranno non solo consultare ma anche prendere in prestito, e quelli sulla storia d’Italia e dell’Europa, precedentemente collocati nella sezione moderna.

I libri saranno più facilmente consultabili e a ‘portata di mano’ sia nella sezione moderna che al primo piano.

Le enciclopedie e i testi di consultazione specializzati sono stati invece spostati nella sala Sabbatani, mentre i rimanenti – in gran parte ammessi al prestito esterno – sono stati trasferiti in alcuni depositi.

Un altro piccolo passo per rendere sempre più funzionale la biblioteca faentina.

Ma le novità non sono finite, molte altre sono infatti in cantiere, non resta che andare direttamente in biblioteca per scoprirle.

Inoltre la biblioteca conserva tutte le pubblicazioni a stampa relative alla città, al territorio, al comprensorio di Faenza, alle valli del Lamone, del Marzeno e del Senio, alla diocesi di Faenza-Modigliana.

In questa sezione sono conservate anche tutte le opere di autori ed editori faentini, di qualunque argomento trattino.

A questo proposito la direzione della biblioteca invita tutti coloro che ancora non lo avessero fatto a depositare una copia della propia pubblicazione in biblioteca.

Ti potrebbe interessare anche...