Cervia. Anagrafe in rete con i 248 Comuni dell’Emilia Romagna. Prosegue il percorso di innovazione dei servizi.

Cervia. Anagrafe in rete con i 248 Comuni dell’Emilia Romagna. Prosegue il percorso di innovazione dei servizi.
Comune di Cervia. Immagine di repertorio.

CERVIA. Il Comune di Cervia ha aderito  al sistema ANA-CNER (Sistema Interoperabile di accesso ai dati anagrafici della popolazione residente dell’Emilia Romagna) nell’ambito della convenzione costitutiva della Community Network dell’Emilia Romagna.

Trattasi di un validissimo progetto di E-government per l’interrogazione delle banche dati anagrafiche da parte dei Comuni e degli Enti pubblici autorizzati, sviluppato con risorse  della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con la Provincia di Ravenna e Modena e della comunità tematica dei Servizi Demografici coordinata dall’Associazione degli Ufficiali d’Anagrafe e di Stato civile ( ANUSCA).

Il sistema si  fonda su un impianto convenzionale articolato che regola il rapporto fra la Regione, i Comuni aderenti e i soggetti interessati alla fruizione del servizio,  definendo nel dettaglio le modalità di accesso ai dati anagrafici in base alle norme giuridiche che lo  sostengono nel  pieno rispetto della normativa anagrafica e delle disposizioni per la protezione dei dati personali.

Il sistema prevede che la  Regione  stipuli, in nome e per conto di tutti i Comuni aderenti, gli accordi con le Amministrazioni procedenti, semplificando amministrativamente l’adesione al sistema  stesso garantendo omogeneità di trattamento verso le pubbliche amministrazioni procedenti.

Il Sistema viene  gestito attraverso un Centro di Supporto chiamato a svolgere attività amministrative, organizzative, giuridiche, tecnologiche, informative e formative e non ha  comportato oneri economici a carico del Comune.

La realizzazione del progetto  offre la possibilità di realizzare importanti obiettivi rappresentati dalla consultazione in tempo reale  dei  dati anagrafici  detenuti dai  348 Comuni della Regione  Emilia-Romagna,   attraverso un unico  punto di accesso raggiungibile via web,  con  riduzione  di tempi  e costi delle istruttorie  migliorando l’erogazione e la qualità di quei   servizi  che richiedono la consultazione e l’accesso a dati anagrafici, dalla disponibilità di un dato anagrafico aggiornato e completo sulla popolazione della Regione.  La fase operativa del progetto è partita  nel rispetto   degli obiettivi  del  risparmio di risorse, della semplificazione dei procedimenti, della garanzia della privacy, del miglioramento della qualità dei servizi ai cittadini.

 

Ti potrebbe interessare anche...