Cesena. Lo Sportello Facile promosso dai cesenati. La cortesia degli addetti e la completezza di informazioni gli aspetti più graditi.

Cesena. Lo Sportello Facile promosso dai cesenati. La cortesia degli addetti e la completezza di informazioni gli aspetti più graditi.
Sportello Facile a Cesena. Immagine di repertorio.

CESENA. I cesenati promuovono i servizi ricevuti allo Sportello Facile del Comune, esprimendo un voto complessivo di 8,7su 10: apprezzati in particolare la chiarezza delle informazioni ricevute, la cortesia degli addetti al Punto Accoglienza e degli operatori allo sportello, la loro capacità di risolvere i problemi. E fra i suggerimenti per migliorare il servizio compaiono quelli per migliorare la segnaletica e rendere più facile l’accesso agli uffici. E’ quanto emerge dai risultati dell’indagine a campione condotta fra i 32.793 utenti dello Sportello Facile e i 61mila cittadini che si sono rivolti al Punto Accoglienza nel primo semestre 2015.

‘Conoscere le valutazioni dei cittadini sui servizi comunali è fondamentale per l’Amministrazione comunale – sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi -. Questa esigenza è particolarmente forte per l’attività dello Sportello Facile, non solo perché esso rappresenta l’avamposto di maggior contatto con il pubblico di tutto il Comune, ma anche perché, proprio per venire incontro alle esigenze degli utenti, nella sua organizzazione sono state introdotte modalità innovative, che hanno modificato profondamente il servizio in un’ottica di semplificazione. Oggi lo Sportello Facile è un unico contenitore, con ampi orari di apertura, a cui si può fare riferimento per oltre 180 procedimenti amministrativi. La soddisfazione dei cittadini è l’indicatore più importante dell’efficacia dello sforzo che abbiamo compiuto’.

Entrando nel dettaglio, il questionario sottoposto agli utenti chiedeva di esprimere una valutazione sui servizi e sugli aspetti legati alle modalità di erogazione, assegnando a ciascuna voce un voto da 1 a 10.

Ampio il ventaglio degli indicatori presi in esame: la gentilezza del personale, la segnaletica interna, la chiarezza e completezza delle informazioni erogate l’ubicazione degli Sportelli, la capacità del personale di risolvere il problema, il comfort degli ambienti, i tempi di attesa, la tutela della privacy, ecc.

Fra i punti che hanno ottenuto i voti più alti la chiarezza e completezza di informazione del Punto Accoglienza (9,93 su 10), la cortesia degli addetti del Punto Accoglienza (9,22 su 10) e quella degli operatori dello Sportello Facile (9,21 su 10), la capacità dello Sportello di dare risposta ai cittadini e di risolvere i problemi sottoposti (9,15 su 10).

Ma anche per quanto riguarda la rapidità del servizio, la riservatezza, i tempi di attesa, la qualità delle risposte ricevute dal centralino telefonico, gli orari di apertura, le modalità di prenotazione del turno, l’accoglienza e il confort dei locali i voti si attestano fra l’8,90 e l’8,45.

I voti più bassi sono andati  alla segnaletica (voto 8,07) e alla facilità di accesso (7,65), che anche lo scorso anno si erano rivelati gli aspetti meno apprezzati, ma in entrambi i casi si è registrato un miglioramento delle valutazioni (nel 2014 il voto della segnaletica era stato 7,74; quello per l’accesso 27,32)

E in effetti, dal campione si è evince che il 28,82% di utenti è entrato tramite il nuovo collegamento del Foro Annonario, mentre il 39,41% ha utilizzato il tradizionale ingresso diretto della Rocca e il restante  31,76% passato dal portone di Piazza del Popolo.

L’indagine si è occupata anche della modalità di erogazione dei servizi. In questa speciale classifica il procedimento più apprezzato risulta essere il cambio di residenza con un punteggio di 9,20. A  seguire il rilascio della carta d’identità cartacea (8,86), quello dei certificati (8,73), il cambio di abitazione (8,72), le procedure per il rilascio dei permessi Ztl (8,70), le visure catastali (8,62), le autentiche di copia e firma (8,53), le pratiche per ottenere i pass disabili (8,47).

Positive le performance relative ai tempi di attesa, con una media di circa 8 minuti, più bassa rispetto al target previsto di 12 minuti. Il tempo medio di erogazione dei servizi, invece, è di 11 minuti.

QUALCHE DATO RELATIVO ALLE ATTIVITÀ DELLO SPORTELLO

Ancora oggi i certificati rappresentano la fetta più consistente dell’attività dello Sportello Facile: da gennaio a giugno 2015 ne sono stati richiesti 9434. Alta l’incidenza anche delle carte d’identità: quelle cartacee sono state 5594, mentre quelle elettroniche sono state 786.

Nel primo semestre dell’anno, inoltre, sono state effettuate 2700 visure catastali, 1190 cambi di abitazione, 865 cambi di residenza, 719 dichiarazioni per la donazione degli organi; sono stati rilasciati 761 pass disabili e 456 nuove autorizzazioni per l’accesso alle Ztl. E mentre sono stati celebrati 60 matrimoni, le separazioni e i divorzi sono stati 56 (di cui 12 accordi negoziati tra avvocati). Quest’ultimo è un aspetto che vale la pena evidenziare: la recente legge consente ai cittadini di poter evitare il Tribunale per dichiarare la propria comune volontà di sciogliere il vincolo matrimoniale o davanti all’ufficiale di stato civile o tramite due avvocati che poi chiedono al Comune la trascrizione del loro accordo, e già una sessantina di coppie ne hanno usufruito.

Altra novità di rilievo nel primo semestre è relativa ai 359 procedimenti per l’attribuzione della cittadinanza italiana, che si conferisce sulla base di diversi presupposti (matrimonio, residenza pluriennale, ecc). Nel caso specifico sono aumentati i cittadini italiani grazie alla norma che prevede che i figli minori di neo cittadini diventino a loro volta subito italiani.

Per quanto riguarda i tempi di istruttoria delle pratiche, si evidenzia che l’84% dei procedimenti di cambio di residenza e abitazione sono stati conclusi entro 2 giorni dando diritto all’immediata certificazione. I controlli anagrafici si concludono nei tempi di legge di 45 giorni nell’86,5% dei casi. Entro due giorni dalla trascrizione degli atti di nascita e morte, si effettua la registrazione anagrafica.

Inoltre, si sta lavorando per ridurre i 9 giorni di media che intercorrono, invece, tra la dichiarazione di nascita resa al Bufalini e la nostra trascrizione nei registri di nascita.

I certificati storici vengono evasi in media in 6 giorni di lavoro mentre le richieste di certificazione o verifica anagrafica tra uffici si evadono in media in 3,82 giorni.

L’ufficio notifica i propri atti in 14 giorni, mentre le spese di spedizioni che fino a 3 anni fa si assestavano a 120.000 annue si sono ridotte ulteriormente: nel 2014 sono stati spesi 84.544 euro, nel primo semestre 2015 la somma ammonta a 35.173 euro. Segno che l’utilizzo della posta elettronica da un lato, e l’affidamento del servizio tra più soggetti in concorrenza fra loro, dall’altro, porta dei risparmi evidenti per il Comune.

Ti potrebbe interessare anche...