Ravenna. Al via il festival di street art ‘Subsidenze’. Nuovi murales per il nuovo volto della darsena.

Ravenna. Al via il festival di street art ‘Subsidenze’. Nuovi murales per il nuovo volto della darsena.
subsidenze street art festival Ravenna 2015

RAVENNA. Accompagnato dal successo del 2014, prima edizione, e dalla presenza in città nei mesi scorsi di due artisti di fama internazionale autori di due splendidi murales nel quartiere Darsena, torna a Ravenna domenica prossima il festival di street art ‘Subsidenze’.

La manifestazione è realizzata dall’associazione culturale Indastria con l’assessorato alle Politiche giovanili del Comune e col patrocinio del Gaer (associazione Giovani artisti Emilia Romagna); collaborano inoltre numerosi altri soggetti pubblici e privati.

Dal 6 al 13 settembre il quartiere Darsena, in particolare le zone di via Lanciani e via Trieste, si arricchirà di quattro grandi opere d’arte realizzate da artisti di calibro internazionale: Gola, Camilla Falsini e DissensoCognitivo.  Sarà possibile vederli all’opera durante tutta la settimana. Parallelamente si svilupperanno altri eventi collaterali, quali mostre, dibattiti, proiezioni e concerti.

‘Questo festival – dichiara l’assessora alle Politiche giovanili Valentina Morigi – rappresenta il coronamento di oltre 15 anni di lavoro di un’amministrazione comunale che ha sempre creduto nella street art come forma d’arte in grado di stimolare la creatività dei giovani ed essere elemento di riqualificazione urbana. Oggi possiamo dire che, dopo la prima edizione, con le opere realizzate in aprile da Jim Avignon e in luglio da Pixelpancho, ‘Subsidenze’ rappresenta un evento e un fermento creativo che idealmente dura tutto l’anno, anche se il festival vero e proprio si concentra nel giro di una settimana.

E un’altra grande scommessa vinta è stata quella di riuscire a valorizzare, oltre ai grandi artisti che abbiamo avuto e avremo come ospiti, i nostri giovani talenti. Lo abbiamo fatto nel corso degli anni con tante iniziative; l’anno scorso con il bando pubblico che ha consentito a tanti giovani emiliano romagnoli di realizzare un grande murale collettivo nel sottopasso della stazione; e lo faremo quest’anno, con una iniziativa analoga, questa volta sul muro dell’ex ippodromo di via Marani’.

Come si diceva, ‘Subsidenze 2015′ ha già avuto un importante prologo: nel mese di aprile l’artista tedesco Jim Avignon ha realizzato una parete interagendo con le persone e vivendo la realtà locale. La sua permanenza a Ravenna è stata oggetto di un documentario che andrà in onda su SkyArte HD nel prossimo autunno. Nella seconda settimana di luglio Pixelpancho, artista torinese conosciuto in tutto il mondo, ha regalato a via Trieste “The last kiss”, un’opera di notevoli dimensioni recensita sui maggiori portali di UrbanArt.

I protagonisti della prossima settimana che realizzeranno opere in altri quattro muri, sono invece

Gola, Camilla Falsini, DissensoCognitivo. Gli artisti inzieranno a dipingere lunedì 7 settembre sui muri degli edifici di Via Umago, Via Postumia, Via Trieste, Via Pag.

Per quanto riguarda gli altri appuntamenti collaterali in programma nell’ambito del festival, domenica 6 settembre alle 16 allo spazio Bonobolabo in via Centofanti inaugurerà ‘Subsidenze 2015′, la collettiva di tutti gli artisti presenti al festival, curata da Marco Miccoli. In questa occasione verranno distribuite delle mappe relative al percorso dei muri in fase di esecuzione.

Giovedì 10 settembre inaugurerà alle 18.30 alla Galleria Mirada, in via Mazzini 83, la mostra personale di Camilla Falsini ‘Nemici immaginari’, a cura di Antonella Perazza.

Sabato 12 settembre toccherà ai giovani artisti della regione Emilia Romagna vincitori di un apposito concorso cimentarsi con la realizzazione di un muro “sociale” in via Marani (zona Ippodromo).

Domenica 13, giorno di chiusura del festival, sarà una giornata ricca di iniziative. Si partirà alle 16.30 con un tour guidato in bicicletta organizzato dall’Ass.ne FIAB con ritrovo alle ore 16.00 presso Piazza Caduti sul Lavoro – ingresso ex Ippodromo e toccherà tutti i muri realizzati in questa edizione. La chiusura della biciclettata è prevista alle 18.00 circa con arrivo in piazza Medaglie d’Oro che diventerà il cuore della manifestazione. Sarà possibile visitare la mostra RiFatto, un’esposizione di articoli sulla rivalutazione di eco-mostri abbandonati attraverso interventi di UrbanArt, apparsi sul Fatto Quotidiano, a cura di David Diavù Vecchiato e Matteo Maffucci. Parallelamente si terrà una conferenza con diversi relatori che spiegheranno il ruolo della street art legato al turismo e ai socialmedia. Interverrà l’assessora alle Politiche giovanili Valentina Morigi. A seguire buffet/aperitivo e proiezione del documentario di SkyArte con l’artista internazionale Jim Avignon.

Programma del festival Subsidenze 2015

Domenica 6 settembre

Ore 16 inaugurazione mostra collettiva “Subsidenze 2015”, presso spazio Bonobolabo, in via Centofanti, a cura di Marco Miccoli. Artisti in mostra: Jim Avignon, PixelPancho, Camilla Falsini, Gola, Tellas, DissensoCognitivo. La mostra sarà aperta  nelle giornate di mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dalle ore 16,00 alle ore 19,30 fino al 2 ottobre 2015. Per informazioni www.bonobolabo.com.

Lunedi 7 settembre

Ore 9.30 inizio murales. Artisti: Camilla Falsini, Gola, Tellas, Dissenso Cognitivo.

Giovedì 10 settembre 

Ore 18.30 inaugurazione mostra “Nemici immaginari” di Camilla Falsini presso Galleria Mirada, via Mazzini 83, a cura di Antonella Perazza. La mostra sarà aperta nelle giornate di mercoledì dalle ore 10 alle ore 13 e dal venerdì alla domenica dalle ore 15,00 alle ore 19 fino al 27 settembre 2015 .Altri orari su appuntamento. Per informazioni www.mirada.it

Sabato 12 settembre

Ore 9 muro “sociale” dei giovani artisti dell’Emilia Romagna vincitori dell’apposito bando.

Domenica 13 settembre

Chiusura muro “sociale” giovani artisti.

Ore 16 ritrovo in Piazza Caduti sul Lavoro – ingresso ex Ippodromo per la biciclettata tra i murales realizzati durante il festival, organizzata dall’Associazione FIAB, con partenza alle ore 16,30 e  arrivo in piazza Medaglie d’Oro alle ore 18,00 circa. 

Ore 18.30 dibattito presso il Centro Sociale la Quercia, Piazza Medaglie d’Oro n. 4,  con David Diavù Vecchiato (curatore del progetto RiFatto e MURo con SkyArte), Leonardo Punginelli (GAER), Davide Marino (Redazione Turistica, Comune di Ravenna), Sara Baraccani (SocialMedia). Interviene l’assessora Valentina Morigi, intervistata dal giornalista Luca Manservisi.

Ore 20 Mostra temporanea di RiFatto de Il Fatto Quotidiano in  Piazza Medaglie d’Oro; a seguire buffet/aperitivo.

Ore 21 proiezione in anteprima nazionale del documentario di Sky Arte su Jim Avignon girato a Ravenna nel mese di aprile 2015, al Centro Sociale la Quercia, Piazza Medaglie d’Oro, 4.

Ti potrebbe interessare anche...