Cervia. Successo per Cervia Gusta Libro. Il nuovo contenitore di narrazione per storie di gusto dà appuntamento al 2016.

Cervia. Successo per Cervia Gusta Libro. Il nuovo contenitore di narrazione per storie di gusto dà appuntamento al 2016.
prima serata Cervia GustaLibro

CERVIA. Penso: ‘Unire le tre anime della città, salina, mare e pineta in un luogo di dialogo è ciò che ci piace. Il mio auspicio è pensare già alla prossima edizione’.

Ciak, buon la prima. Con più di 3 mila contatti su Facebook e l’approvazione del pubblico, che ha seguito attentamente le tre serate di Cervia GustaLibro che si conclude la prima edizione di questo nuovo contenitore dedicato ai racconti attorno al cibo. Nell’anno di Expo 2015, Cervia e Milano Marittima non potevano non fermarsi a riflettere sul tema della cultura del cibo e della sostenibilità. Per questo l’assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Cervia, in collaborazione con il Parco della Salina di Cervia hanno varato Cervia GustaLibro.

‘Il mio auspicio – ha affermato Roberta Penso, assessore al turismo e alla cultura del comune di Cervia – è che questa prima edizione sia il prototipo di quelle future. E’ sul canale, sotto la Torre San Michele, in questo luogo, crocevia delle tre anime della città, quella del lavoro in salina, quella del mare e quella della Milano Marittima fondata a inizio Novecento che proponiamo un contenitore culturale nel quale si discute di cibo e non solo. Per questo ho chiesto a Letizia Magnani di lavorare già sulla progettazione per il prossimo anno, per confermare nella prima settimana di settembre questa manifestazione, che apre idealmente il mese dedicato a Cervia al gusto e alle cose buone, passando poi il testimone alle altre importanti e prestigiose iniziative dedicate al food, come Sapore di Sale e il Mercatino dei Prodotti e dei Sapori d’Europa’.

Cervia GustaLibro, anche grazie all’approvazione del pubblico e all’appoggio della stampa, si è dimostrato da subito il luogo di incontri e di storie, dove i libri sono un pretesto per analizzare l’attuale e per disegnare scenari futuri, ragionando attorno al tema del cibo, ma anche a quello di un turismo maturo che sa porsi domande e dare risposte sempre più personalizzate al proprio turista, che è ospite e viaggiatore.

Nell’edizione 2015 sono stati protagonisti il nuovo libro di Letizia Magnani, ‘In cucina con il Sale Dolce’ (Minerva edizioni), i racconti di golosità di Paolo Marchi, ‘XXL 50 piatti che hanno allargato la mia vita’ e ’100 chef per 10 anni. I 100 chef che hanno cambiato la cucina italiana’, ma anche la cucina del Vate, raccontata in punta di penna da in ‘La cuoca di D’Annunzio. I biglietti del Vate a ‘Suor Intigola’ da Maddalena Santeroni e Donatella Miliani.

La formula delle tre serate, progettate e condotte da Letizia Magnani, fra interviste briose e talk show a più voci, è piaciuta a turisti e cittadini. Ora si lavora sull’edizione 2016.

 

Ti potrebbe interessare anche...