Riccione. Musica ed enogastronomia della tradizione con #riccioneperlastrada Food&Music Festival. Tre venerdì tra musica e buon cibo.

Riccione. Musica ed enogastronomia della tradizione con #riccioneperlastrada Food&Music Festival. Tre venerdì tra musica e buon cibo.
Gruppo Riccione per la strada

RICCIONE. Saranno tre fine settimana dedicati alla musica e al buon cibo concomitanti all’avvio della Moto Gp e di altri importanti appuntamenti congressuali. Con l’iniziativa #riccioneperlastrada Food & Music Festival organizzata dal Consorzio Viale Ceccarini, dal Comitato Promo Alba Viale Dante con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, Riccione si prepara ad ospitare una nuova iniziativa capace di stimolare un flusso di visitatori anche nel periodo di transito tra la fine della stagione estiva e l’avvio delle manifestazioni natalizie.

Per tre venerdì consecutivi11, 18 e 25 settembre, dall’ora dell’aperitivo a mezzanotte, 12  postazioni musicali dislocate tra Viale Dante, viale Ceccarini, il ponte canale, Viale Nievo e Viale Virgilio proporranno musica di ogni genere. Sono previsti gruppi di ballo per ballare insieme ai ballerini di 5 scuole di danza dal tango ai balli latini, dal flamenco alla pizzica, oppure ci si potrà muovere al ritmo dei dischi anni ‘70-’80 proposti da diversi DJ e ancora musica dal vivo dallo swing al blues, dagli anni ’50-‘60 al rock.

Verranno coinvolti anche bar, gelaterie, pub e ristoranti con piatti e ricette a tema.

Una cucina gourmet pronta ad allietare il palato, in tema con la tradizione storica e culturale dei paesi di provenienza dei diversi generi musicali rappresentati. Il tutto affinchè si crei un vero e proprio percorso enogastronomico strettamente legato alla musica proposta nelle isole pedonali dei due viali.  La strada sarà il palcoscenico per eccellenza, in contemporanea si riverseranno band musicali, ballerini e dove i locali aderenti all’iniziativa potranno proporre le proprie creazioni culinarie.

Tantissime le suggestioni lanciate agli operatori riccionesi dagli organizzatori per contestualizzare il percorso musicale ed enogastronomico da veri gourmet. Dall’abbinamento dello Swing al pollo o tacchino, pizza con peperoni e hamburger con cocktail Martini e Manhattan o Blues swing, piuttosto che hamburger juicy lucy, con salsa chily, pulled pork barbeque e come cocktail il BombaySapphire per la musica Blues, mentre per gli anni ’50-’60 pappa al pomodoro, lasagne, minestrone e come drink il Tom Collins. Per il Tango argentino non poteva mancare l’asado, tallarines, tagliatelle, bollito misto, – torte o calzoni cotti al forno o fritti, salame e bagna cauda accostati a vini strutturati, per i mitici anni ’70-‘80  piatti come paglia e fieno alla boscaiola, penne vodka e salmone, cocktail di gamberi, risotto fragole e champagne, filetto al pepe verde e il cocktail Screwdriver. Ai balli Latini americani potrebbero essere abbianati l‘ajiaco (una minestra a base di patate, banane, mais, manzo, pollo e carne secca) seguito dal congrí, il fufu (un purè di banana condito con mojo, olio e aglio), le mariquitas o chicharritas (banane fritte), i picadillos oppure una feijoada, il caranguejo (granchio) e gamberetti accompagnati da cocktail a base di frutta tropicale. In fine per la musica Folk italiana piatti della tradizione regionale pugliese dalle cozze alla tarantina a cozze e patate oppure gnocchi con cime di rapa o broccoli.

‘Sarà un’occasione per turisti e residenti di allungare il fine settimana – ha detto il presidente del Comitato d’Area Viale Ceccarini, Giorgio Mignani – questa manifestazione nasce con l’intento di prolungare la stagione offrendo a un pubblico di non soli vacanzieri l’opportunità di passeggiare per le vie cittadine abituandosi ad avere Riccione come punto di riferimento per le proprie uscite, perché sempre ricca di avvenimenti e proposte nuove’.

‘Sarà una scommessa per tutti – ha sottolineato Pasquale Lonero presidente del Comitato Promo Alba Viale Dante – la nostra intenzione sarebbe quella di riproporla anche nel periodo primaverile, caratterizzando così la città in due momenti dell’anno particolarmente tranquilli. L’intento ovviamente è quello di coinvolgere più operatori commerciali possibile’. 

‘Investire sulla seconda metà di settembre rappresenta una scelta coraggiosa – ha commentato l’assessore al Turismo di Riccione, Claudio Montanari – questo denota la voglia della città di cambiare passo. Una volontà che si sostanzia sempre più con partnership importanti con realtà del territorio. Mi piace pensare questa ‘edizione zero’ come un evento aperto alla partecipazione dell’intera città con i suoi comitati e operatori’.

‘È un’iniziativa intelligente – ha affermato il vicesindaco di Riccione, Luciano Tirincanti – dovremo essere bravi a coordinare bene l’intero indotto per lanciare un prodotto che caratterizzi Riccione e i suoi operatori’.

Ti potrebbe interessare anche...