Cesena. L’assessore regionale ha fatto visita a Cesenalab e Energie per la Città. Si ì discusso di digital economy, imprese innovative ed energia.

Cesena. L’assessore regionale ha fatto visita a Cesenalab e Energie per la Città. Si ì discusso di digital economy, imprese innovative ed energia.
foto Energie per la città Cesena

CESENA. Questa mattina, l’Assessore regionale Costi ha fatto visita a Cesenalab e a Energie per la Città, accompagnata dalla Consigliera Regionale Lia Montalti, dal Sindaco Paolo Lucchi e dagli Assessori Tommaso Dionigi all’Innovazione e Sviluppo e Francesca Lucchi all’Ambiente ed Energia.

La visita è partita questa mattina da Energie per la Città, dove il presidente Davide Broccoli ed il Direttore Giovanni Battistini hanno illustrato i progetti in corso e le prospettive future, che sono alla base delle politiche energetiche che l’Amministrazione sta portando avanti dal 2011.  Tra i principali il progetto Europeo ‘School of the Future’, che ha portato alla riqualificazione energetica della scuola media Plauto, contribuendo alla riduzione dei consumi di oltre il 70% e ‘Scuole del Sole’ dove sono stati installati 36 impianti fotovoltaici in altrettante scuole, di cui 10 di prossima inaugurazione. Grande attenzione è stata inoltre portata al progetto Caldaie in Rete, che consente di controllare in remoto le caldaie di tutti gli edifici pubblici, ottimizzandone prestazioni. Questi ed altri progetti presentati hanno portato ad un risparmio sia in termini di consumi che di una maggiore sensibilizzazione energetica grazie alla profonda collaborazione con le scuole.

Palma Costi a Cesenalab

La visita è poi proseguita a CesenaLab: al centro dell’attenzione le startup ospitate all’interno dell’incubatore, avviato nel 2013 dal Comune di Cesena, Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena e sede cesenate dell’Università di Bologna.

Ad illustrare all’Assessore Costi la propria attività Federico Thei per ‘Elements’ – startup che si occupa della produzione di microchip per le analisi biometriche dei fludi – , Luciano Venezia per ‘Edo’ – startup che produce una app per la sicurezza alimentare -, Federico Giannini per Flat me – startup focalizzata sull’incrocio di domanda e offerta di alloggi per studenti –  , Sara Brunelli per Bid to Trip – startup che propone viaggi di lusso a prezzi competitivi tramite un sistema di aste online –  e Fabio Zaffagnini per ‘Trail me up’, la ‘Google street view’ dei sentieri percorribili solo a piedi.

Al termine della carrellata di presentazione dei progetti la visita dell’Assessore Costi è proseguita con un momento di lavoro insieme ai rappresentanti istituzionali del territorio, nel corso della quale si sono analizzate in modo congiunto le linee politiche di sostegno alle nuove imprese e, in particolare, ai progetti di incubazione ed accelerazione di impresa come Cesenalab.

‘La collaborazione con la Regione Emilia-Romagna per Cesenalab afferma la Consigliera regionale Lia Montali – è di assoluta importanza. L’incubatore di impresa attivato nella nostra città è una delle esperienze più evolute a livello regionale e può diventare un punto si riferimento, per questo tipo di politiche, anche per altri territori. È fondamentale quindi che la Regione continui a sostenere questo genere di progettualità, – Conclude la  Montalti – e in questo senso apprezziamo l’impegno già messo in campo dall’assessore Costi e dalla giunta regionale, mi riferisco ai primi bandi, dei fondi europei, che sono  dedicati ai progetti di innovazione e ricerca delle imprese, e anche al nuovo Patto per il lavoro’.

‘Abbiamo molto apprezzato l’attenzione dell’Assessore Costi – confermano il Sindaco Paolo Lucchi e gli Assessori Dionigi e Lucchi – rispetto a tematiche strategiche per lo sviluppo del nostro territorio. Cesenalab ed Energie per la Città, in sinergia con le realtà del territorio, possono trarre ampio giovamento dal sostegno della Regione Emilia-Romagna. Ci auguriamo – continuano – che incontri come quello odierno possano essere l’avvio di un costruttivo percorso di confronto sulle tematiche dell’energia, della digital economy e della valorizzazione delle startup nei territori emiliano romagnoli. Per questo, abbiamo confermato all’Assessore Costi la nostra piena disponibilità a renderle entrambe un caso di studio a livello regionale’.

Ti potrebbe interessare anche...