Lugo. Acrobazie e tanto spettacolo con l’aeromodellismo all’aeroporto Francesco Baracca. Partecipanti da tutto il mondo.

Lugo. Acrobazie e tanto spettacolo con l’aeromodellismo all’aeroporto Francesco Baracca. Partecipanti da tutto il mondo.
Oleksii-Chayka (Ucraina) vincitori e primatisti mondiali a Lugo aeromodellismo

LUGO. Si è svolta sabato 12 e domenica 13 settembre all’aeroporto ‘Francesco Baracca’ di Villa San Martino la 52esima edizione della Coppa d’oro, gara internazionale di aeromodellismo in volo vincolato, organizzata dalla Sezione Aeromodellismo dell’aero club ‘Francesco Baracca’.

Notevole e qualificata la presenza di sportivi nelle quattro categorie: 11 per la velocità, 14 per l’acrobazia, 14 equipaggi nel team racing e 10 nel combat, di tredici diverse nazionalità. Oltre agli Italiani, erano presenti concorrenti provenienti da Belgio, Bulgaria, Francia, Germania, Lituania, Polonia, Russia, Spagna, Svizzera, Ucraina, Ungheria e, alla sua terza partecipazione a Lugo, l’americano William Hughes, dall’Illinois (USA).

Di grande livello la gara di velocità, consistente nel volo cronometrato di nove giri (pari a 1 km), con modelli dall’aerodinamica esasperata, asimmetrici, con una sola ala e motori da 2,5 cc che spingono una piccola elica monopala ad oltre 40.000 giri/min. Ha primeggiato il riminese Luca Grossi con ben 303,5 Km/h, seguito dall’ungherese Szvacsek con 301,8 e dall’ucraino Byelikov con 298; tutti sopra i 290Km/h gli altri italiani, Ivo Pirazzoli (socio del club lughese) e il maceratese Tommaso Antinori, con l’ottima riconferma di Claudia Scaramella, socia dell’aero club di Lugo ed ex terza classificata europea e mondiale juniores, con 288,1 Km/h.

Nella gara di acrobazia, consistente nella valutazione a punti della precisione di esecuzione delle figure previste dal programma, predominio italiano, con primo classificato Alberto Maggi di Monza, secondo il giovane Marco Valliera, medaglia di bronzo ai campionati europei in Bulgaria nell’agosto scorso, e terzo il torinese Mauro Fiussello.

L’inglese David Wiseman ha vinto la gara di combat, un vero combattimento aereo tra due modelli che si inseguono in continue, velocissime e imprevedibili evoluzioni, tagliandosi una lunga coda di carta; secondo e terzo gli italiani Adriano Molteni ed Ettore Mancini.

Nella categoria team racing, equipaggi composti da pilota e meccanico si confrontano volando in tre assieme, con sorpassi, atterraggi, rifornimenti e ripartenze. Il temporale di domenica pomeriggio ha interrotto sul più bello la gara, non consentendo la disputa delle semifinali e della finale, pertanto la classifica è stata redatta sui tempi delle sole batterie eliminatorie. Vincitore l’equipaggio ucraino composto dal pilota Oleskii e dal meccanico Chayka che hanno percorso i 100 giri (10km) in 3 minuti 7 secondi e 4 decimi, migliore prestazione dell’anno a livello mondiale. Secondi i francesi Ougene-Surugue e terzo l’equipaggio misto russo/lituano Dozhidaev-Grigartas, già vincitore della precedente edizione della gara lughese.Molti i supporter e gli appassionati presenti: oltre 150 persone che hanno apprezzato l’accogliente struttura predisposta attorno alle piste di gara, con angolo ristoro e tavoli e sedie per assistere comodamente alle competizioni; la pioggia è stata l’unica nota negativa di un evento sportivo ancora una volta ben organizzato e che ha visto concorrenti e prestazioni di grande livello.

Domenica 11 ottobre all’aeroporto “Francesco Baracca” si svolgerà sempre presso l’aeroporto la Giornata dell’aeromodellismo, con presentazione al pubblico di ogni genere di aeromodello, vincolato e radiocomandato. L’evento è anche intitolato “Memorial Mauro Baldazzi”, a ricordo del defunto presidente dell’aero club lughese.

 

Ti potrebbe interessare anche...