Ravenna. Si pedale con il ‘Giretto d’Italia 2015′, quinto campionato nazionale della ciclabilità urbana.

Ravenna. Si pedale con il ‘Giretto d’Italia 2015′, quinto campionato nazionale della ciclabilità urbana.
in bicicletta, foto di repertorio

RAVENNA. Il Comune, servizio Mobilità e il Multicentro CEAS-RA21, aderisce al ’Giretto d’Italia 2015′quinto campionato nazionale della ciclabilità urbana organizzato da Legambiente e VeloLove in collaborazione con Euromobility per sollecitare e sensibilizzare all’utilizzo della bicicletta negli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro.

Domani, giovedì 17 settembre,  anche a Ravenna verranno contate le bici in transito verso scuole e luoghi di lavoro. Sono state coinvolte tutte le scuole ravennati, i dipendenti del Comune e, fra le aziende la Domus Nova che già da alcuni anni ha messo in campo l’innovativa esperienza che incentiva concretamente i propri dipendenti all’utilizzo dei mezzi sostenibili per recarsi al lavoro (mezzi pubblici, bicicletta e a piedi).

Si invitano i cittadini, ma anche altre aziende, a dare il loro contributo aderendo a questa importante iniziativa sulla base delle proprie possibilità, mettendo in campo azioni virtuose di mobilità.

Si può segnalare la proprio buona azione, inviandone informazione all’indirizzo email ceasra21@comune.ra.it.

In questo modo tutti parteciperanno e potranno dare il proprio contributo a quest’iniziativa che rappresenta il campionato nazionale della ciclabilità urbana.

Si tratta di una vera e propria sfida tra le 24 città italiane che hanno aderito e che sono, oltre a Ravenna:

Bologna, Bolzano, Brescia, Carpi (MO), Ferrara, Foggia, Genova, Jesi (AN), Lecce, Milano, Modena, Padova, Palermo, Pesaro, Piacenza, Pregnana Milanese (MI), Reggio Emilia, San Mauro Torinese (TO), Suzzara (MN), Torino, Trento, Udine, Vittorio Veneto (TV).

Il Giretto d’Italia è inserito all’interno della settimana europea della mobilità sostenibile (16-22 settembre), la cui idea di fondo è quella di incoraggiare – attraverso le attività e iniziative degli enti locali – i cittadini europei a un ripensamento della gamma di opzioni di trasporto disponibili, scegliendo il modo giusto per spostarsi, e invitandoli a combinare tra loro i differenti mezzi di trasporto, adottando quindi delle soluzioni che possono comportare risparmi di tempo e di denaro negli spostamenti urbani.

I risultati del monitoraggio del Giretto d’Italia 2015 saranno resi noti sabato 19 settembre 2015.

Ti potrebbe interessare anche...